Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 set – E’ stata una giornata come tante quella di ieri alla stazione Termini, tra spaccio, furti e degrado provocato dalla massa di immigrati che vi gravitano intorno. Stavolta però, colui che ha subito il furto è stato un senatore del Movimento 5 Stelle, Gabriele Lanzi, che ha potuto così “assaporare” il contrappasso della politica dei “porti aperti”. Assieme a lui è stato rapinato anche un giudice della Corte di Cassazione, L.S.



Autori dei due crimini una banda di giovani algerini. Il primo a essere derubato è stato il magistrato: mentre stava pranzando in un ristorante nei pressi della stazione, i malviventi gli hanno sfilato da sotto il naso la ventiquattrore contenente documenti riservati e gli atti di un convegno al quale avrebbe dovuto partecipare. Il giudice si è accorto del furto solo al momento di alzarsi dal tavolo. A breve distanza di tempo è stato il turno del senatore Lanzi, intercettato dagli stranieri mentre stava cercando un taxi in via Amendola. Uno dei ladri gli si è avvicinato con la scusa di chiedergli un’indicazione, con l’intento di distrarlo, mentre un secondo faceva da palo e il terzo gli sfilava il bagaglio da sotto il naso. Dentro c’erano un pc, un iPad e alcuni documenti.

Black Brain

Il senatore ha quindi allertato gli agenti del commissariato Viminale, che si sono messi subito alla ricerca dei malviventi visionando le telecamere di videosorveglianza poste lungo la via. Riconosciuti i responsabili, sono scattate le ricerche intorno alla stazione, che hanno portato al fermo di uno dei tre, in possesso della chiave di un bed and breakfast nel quale, più tardi, è stato possibile recuperare la refurtiva. Le indagini sono poi proseguite portando gli investigatori al secondo componente della banda, mentre il terzo complice è ancora ricercato.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. ???????

    porti / porte aperte ai ladri

    ????

    peccato abbiano recuperato la refurtiva , il viceversa sarebbe stato più EDUCATIVO per i 2 “inutili” personaggi ….

    Per l’inutile giudice … se la polizia CONOSCE i ladri … vuol dire che sono liberi per colpa TUA e dei tuoi altrettanto inutili colleghi !!!!

    Mi chiedo , se fossero stati derubati dei NORMALI italiani ….
    anche ricchi … le indagini sarebbero state così solerti ?????

    mi scuso coi grullocattokom per il mio italiano che , ovviamente risulterà a loro , ignoranti , incomprensibile .
    Usate google traduttore , da italiano a gretino …

Commenta