Il nuovo millennio appena iniziato potrebbe essere denominato l’era della tecnologia: ormai è comunemente accettata la tesi che ha portato gli storici a definire gli ultimi decenni del Novecento, insieme a questi primi anni del nuovo secolo, come il periodo della terza rivoluzione industriale che ha come epicentro l’informatica. Nel corso dei secoli la tecnologia, nel bene e nel male, ha sempre apportato cambiamenti nella vita di ogni essere umano spingendolo ad un’evoluzione costante.

Abbiamo assistito quindi ad un’evoluzione tecnologica senza precedenti per la velocità con cui essa si è fatta spazio nelle nostre vite, insediandosi in maniera stabile. Oggi, ad esempio, in pochi riuscirebbero a resistere con facilità ad una settimana senza una connessione internet. Negli ultimi anni, infatti, la tecnologia ha radicalmente cambiato le nostre azioni quotidiane, rendendosi indispensabile per le più disparate ragioni, dal lavoro alla comunicazione.

  • Il mondo del lavoro è completamente cambiato grazie al web. Basti pensare che spesso e volentieri la stessa ricerca di esso viene effettuata tramite internet e molte aziende utilizzano Skype per sostenere i colloqui. Tutte le comunicazioni legate al lavoro avvengono tramite email. Grazie anche alla posta certificata (PEC) ormai anche i documenti più importanti si muovono in rete. Tutte le professioni inoltre hanno dovuto acquisire l’abilità di utilizzo di computer, tablet, smatphone attraverso i quali svolgere i compiti.
  • Anche il nostro modo di acquistare è cambiato. Prima se desideravamo acquistare un articolo potevamo solo recarci al negozio dedicato e avere pochissime scelte da confrontare, adesso invece è possibile fare tutto via internet. Si può acquistare qualsiasi articolo, qualsiasi alimento stando comodamente seduti davanti al computer o dal nostro smartphone.
  • Anche fumare è diventato tecnologico, e questo cambiamento è stato reso possibile dall’invenzione della sigaretta elettronica: piccola, leggera e maneggevole come quella normale, ma senza la maggior parte gli effetti negativi che quella classica ha sul nostro organismo.
  • Perfino la solidarietà è stata influenzata da Internet e dalle nuove tecnologie che consentono di mobilitare centinaia di migliaia di persone in pochi giorni. La “macchina” può mettersi in moto in pochissimo tempo e conseguire risultati straordinari. Lo si può constatare dopo ad esempio qualche catastrofe naturale: tutti coloro che lo desiderano, grazie ai telefoni cellulari, possono subito offrire qualcosa anche solo pochi euro per aiutare le popolazioni colpite.
  • Il mondo della comunicazione è forse il campo dove è davvero tutto cambiato. Prima di tutto, oggi siamo in grado di avere informazioni da tutto il mondo in tempo reale, e inoltre abbiamo anche la possibilità di restare in contatto con amici lontani tramite chat e altri programmi. Facebook su tutti ha rivoluzionato profondamente il nostro modo di interagire con gli altri: adesso si stringono rapporti, amicizie e contatti attraverso questo sito. Anche la pratica delle semplici telefonate è cambiata, visto che oggi molti preferiscono l’invio di messaggi su chat come WhatsApp o Telegram.
  • Internet ha rivoluzionato anche il nostro modo di pensare i viaggi e le vacanze. Grazie alla rete la scelta è vastissima ed è possibile selezionare la tariffa e le modalità più adatte a ogni esigenza, tanto che ormai oltre la metà degli italiani scelgono la prenotazione fai-da-te, non prima di aver consultato le recensioni degli utenti.
  • La nostra maniera di usufruire dell’intrattenimento è cambiata. Se prima dovevamo necessariamente recarci al cinema o noleggiare una videocassetta o un dvd, adesso abbiamo film e serie tv a disposizione direttamente sul web, il tutto grazie a piattaforme come Netflix, Amazon Prime e simili.
  • Il web ha comportato dei grandissimi cambiamenti anche nella musica, visto che si è trasformato radicalmente il mercato dei vecchi cd. Negli anni passati, infatti, era molto diffusa la pirateria, e la possibilità di poter scaricare musica dal web aveva fatto crollare gli incassi delle case discografiche. Adesso, invece, grazie a piattaforme dedicate alla fruizione tramite abbonamento come Spotify, possiamo ascoltare legalmente qualsiasi canzone ci interessi in qualsiasi momento della nostra giornata.

Commenti


commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here