Il Primato Nazionale mensile in edicola

E’ sempre in crescita il numero di cittadini che decidono di installare impianti fotovoltaici nelle loro abitazioni o nelle loro proprietà. Per questo motivo negli ultimi anni sono nate molte aziende specializzate nella manutenzione degli impianti fotovoltaici.

La manutenzione degli impianti è di fondamentale importanza per qualunque tipo di impianto: fotovoltaico, idricosanitario, riscaldamento, gas, condizionamento, antincendio, elettrico…

La delicata fase di manutenzione è cruciale per evitare incidenti e malfunzionamenti. E’ quindi consigliabile affidarsi a professionisti del settore. Ciò è particolarmente vero per gli impianti fotovoltaici.

Se si vogliono mantenere grandi prestazioni da parte del proprio impianto fotovoltaico bisogna prevedere una manutenzione periodica che garantisca anche la durata nel tempo dei risultati dell’impianto.

Come trovare un professionista della manutenzione

Per mantenere efficiente un impianto fotovoltaico di ultima generazione non è sufficiente una manutenzione “fai da te”. E’ necessario rivolgersi a dei professionisti che hanno la strumentazione adatta e le conoscenze necessarie per far sì che gli impianti fotovoltaici risultino sempre prestanti e sicuri.

In città importanti come la Capitale non è difficile trovare aziende che effettuano manutenzione impianti Roma, guidate da tutta una serie di professionisti adatti al compito richiesto.

Ma anche nelle città più piccole si trovano sempre professionisti del settore perfettamente capaci di eseguire le manutenzioni più certosine.

Come si sviluppa una manutenzione sugli impianti fotovoltaici?

Prima di procedere con la manutenzione vera e propria, sarà necessario fare alcune analisi approfondite su tutte le varie componenti dell’impianto stesso.

Sarà dunque necessario verificare il corretto funzionamento dei led indicatori degli inverter, seguito da un controllo di tutti i cavi: sia dei sistemi di monitoraggio da remoto che degli interruttori, senza dimenticare quelli dei caricabatteria e dei fusibili.

Se l’impianto è di tipo “stand alone”, ovvero indipendente dalla rete d’energia, sarà necessario fare un’attenta analisi delle batterie. E’ quindi necessario misurarne la tensione e verificare che non sia inferiore a quella nominale.

Altra misura assolutamente necessaria è la pulizia di tutti i componenti, la sporcizia non aiuta. E’ bene inoltre controllare l’interno del pannello, verificare i collegamenti elettrici, assicurarsi che non ci siano problemi alla tenuta stagna e fare un’analisi del voltaggio.

Controllare il liquido antigelo deve essere una pratica molto abituale.

La pulizia dei pannelli

Chi installa un impianto fotovoltaico deve eseguire almeno due volte all’anno una pulizia approfondita dei pannelli. In questo caso è possibile farla anche da soli ma è bene imparare come farla senza far danno.

Smog, sporco e polvere sopra i moduli ridurranno la capacità di assorbimento dei raggi solari dei vostri pannelli. Le prestazioni dei pannelli scenderanno e il rendimento di tutto l’impianto ne risentirà in maniera netta.

Senza dubbio è fondamentale fare una pulizia dei pannelli molto approfondita alla fine dell’inverno ed inizio della primavera. I vostri moduli dovranno essere in perfetta forma per la ricca estate che dona il massimo della potenza con i suoi raggi di sole.

Sarà dunque necessaria una spugna abrasiva, acqua corrente e tanto olio di gomito. Se ci fossero delle incrostazioni è possibile utilizzare un detergente antistatico ma attenzione agli aloni!

Anche gli aloni, così come lo sporco, diminuiscono la capacità di assorbimento del pannello.

Nel caso tutto questa attività vi risulti troppo faticosa, potete rivolgervi in piena fiducia ad una ditta specializzata e oltre a far controllare gli impianti, con un piccolo investimento in più, puliranno in maniera impeccabile anche i vostri pannelli.

Commenta