Il Primato Nazionale mensile in edicola

Fare video su Youtube e diventare di conseguenza youtuber, è un qualcosa che sta prendendo l’interesse sempre di più persone poiché permette di crearsi una professionalità facendo un lavoro stimolante e al contempo divertente, che piace.

Certamente quando si girano video a livello professionale che vengono pubblicati sul social media con lo scopo di monetizzare l’interesse degli spettatori e le conseguenti visualizzazioni, ci si dovrà avvalere di strumenti professionali in grado di alzare la qualità dei video alla sua massima portata.

Tra questi detti strumenti ci sono i gimbal per smartphone. Di cosa si tratta esattamente? Scopriamo nel dettaglio cosa sono i gimbal, quali sono le loro caratteristiche e come funzionano.

Gimbal: cosa sono

Cosa sono i gimbal? Si tratta di particolari strutture molto simili ai selfie stick, realizzate con un sistema di giunti che permettono l’aggancio saldo dello smartphone o anche di una macchina fotografica per permettere così migliori registrazioni video.

I gimbal sono quindi delle strutture a supporto dotate di più manici su cui si montano i cellulari o le fotocamere, che tengono fermo il dispositivo scelto per le riprese video. Uno strumento come il gimbal è particolarmente utile quando ci si trova in movimento per cui permette di creare video con molta precisione evitando il fenomeno del mosso, molto disturbante per le riprese.

Il mercato offre diversi modelli di gimbal molto maneggevoli e professionali, con stabilizzatori a più assi che permettono una più semplice impugnatura anche con una mano soltanto.





Gimbal per smartphone

I gimbal per smartphone sono molto richiesti e il mercato attuale è molto attento alla loro diffusione. A seconda delle singole esigenze è possibile la scelta del gimbal per smartphone che meglio risponde alle necessità di chi ha scelto di girare i video con il cellulare.

Quando si vuole comprare un gimbal per lo smartphone, si deve tenere in considerazione una rosa di fattori diversi come le piccole dimensioni. Per lo smartphone infatti non c’è bisogno di acquistare un gimbal più grande, che supporta pesi più pesanti come quello della macchina fotografica. Ecco quindi un altro fattore da considerare che è quello, in questo caso, del poco peso.

Esistono anche gimbal da appoggio per smartphone cioè da non tenere in mano durante le riprese. Questi sono particolarmente utili nel caso di video educativi mamme-bambini, quando ad esempio vediamo la mamma giocare sul tappeto con un bambino piccolo e vogliamo riprendere la naturalezza del bimbo che si muove tra i giochi.

I gimbal da appoggio per smartphone si possono posizionare molto facilmente su una superficie piana come il pavimento grazie a un giunto a tre assi. La caratteristica principale di questi gimbal è la presenza di un software multifunzionale per l’auto tracking, con regolazione dell’angolo della fotocamera dello smartphone per seguire i movimenti dei soggetti delle riprese.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta