Volenti o nolenti, oggi come oggi se ne parla sempre di più come di una reale alternativa al fumo di sigaretta che, come sappiamo, fa male. Stiamo parlando della sigaretta elettronica, una vera e propria moda, un simbolo di tendenza, ma anche un’alternativa migliore alla sigaretta per chi la utilizza.


Il tema della e-cig divide da sempre chi pensa che sarebbe del tutto meglio smettere di fumare e chi ritiene che la soluzione migliore sia cercare una transizione meno dannosa verso la sigaretta elettronica, prima di smettere. Tuttavia, a parte le questioni di salute che sono sempre estremamente delicate, la sigaretta elettronica fa spesso sorgere moltissimi dubbi di ogni tipo. C’è chi si chiede se si tratti effettivamente di un prodotto che non produce catrame, chi chiede se la sigaretta elettronica può essere considerata alla stregua di una sigaretta normale, dove la si passa fumare… insomma, i dubbi che circondano questo prodotto sono davvero tanti. Vogliamo aiutarvi a chiarire alcuni dei dubbi più ricorrenti che attorniano l’affascinante mondo delle e-cig. Ecco quindi cosa c’è da sapere sulla sigaretta elettronica e sul suo funzionamento.

Qualche domanda sulla sigaretta elettronica

1. La sigaretta elettronica fa fumo oppure no? Una delle caratteristiche della sigaretta elettronica consiste nel fatto che essa non produce fumo, ma un vapore, che si genera quando il liquido (e-liquid) contenuto all’interno della stessa viene riscaldato.

2. La sigaretta elettronica fa smettere di fumare? Questa è una domanda abbastanza delicata, perché è vero che la sigaretta elettronica permette di usare anche dei liquidi senza nicotina, ma non per questo possiamo dire che si abbia smesso di fumare del tutto. C’è chi ritiene che l’uso della e-cig, meglio se senza nicotina, possa essere considerata come aver smesso di fumare a tutti gli effetti.

3. Uso la sigaretta elettronica e mi è venuta la tosse, perché? Molte persone, soprattutto quelle che passano dall’uso massiccio di sigarette alla e-cig, lamentano tosse e disturbi vari quando passano alla sigaretta elettronica. Si tratta però di una situazione abbastanza diffusa quando le vie respiratorie si liberano dal catrame e dal catarro causato dall’abuso delle sigarette, e non dovrebbe durare più di una settimana.

4. Il liquido della sigaretta elettronica è sicuro? Per sapere se il liquido della e-cig sia o meno sicuro, è sempre meglio cercare di acquistare dei prodotti di alta qualità e in negozi specializzati, evitando il fai da te se non si è competenti ed evitando acquisti di prodotti che provengono dalla Cina o che comunque non sono rintracciabili, o sono eccessivamente economici. Per la vostra sicurezza e salute, acquistate solo da ecommerce specializzati che vendono liquidi di alta qualità ed evitate di rivolgersi a rivenditori sconosciuti o con prezzi troppo concorrenziali per stare sul mercato.

5. Svapando la mia sigaretta elettronica mi sono accorto che il liquido non ha più tanto sapore, che cosa è successo? Una situazione simile è la conseguenza, molto spesso, del deterioramento della resistenza o della cartuccia di ricarica.

6. Posso usare la sigaretta elettronica nei luoghi chiusi? C’è da fare una precisazione. La sigaretta elettronica non può essere usata nei luoghi chiusi e pubblici, dove è vietato fumare. Nei locali ed esercizi commerciali (ristoranti ecc) può essere usata se è consentito dal titolare: infatti la legge permette al titolare di scegliere se consentire o meno l’uso della sigaretta elettronica, e bisogna sempre chiedere prima di farlo. Ovviamente in ospedale e nelle scuole è vietato usare anche la sigaretta elettronica.

7. Ma è vero che la sigaretta elettronica può esplodere? Notizie catastrofiche e sensazionalistiche sulla sigaretta elettronica sono all’ordine del giorno ma questo prodotto è sicuro, se usate secondo le indicazioni la vostra e-cig ed evitate di acquistare giocattoli a basso prezzo non accadrà nulla.

Commenta