Il Primato Nazionale mensile in edicola

Chi ha intenzione di comprare liquidi per la sigaretta elettronica può rivolgersi al sito Svapoebasta.com per trovare un ampio catalogo di soluzioni, con tutte le novità più recenti del settore e un assortimento in grado di assecondare i gusti più diversi. Il portale e-commerce è il frutto di un progetto nato nel 2017, con articoli di largo consumo, come i migliori liquidi pronti, offerti a prezzi più che vantaggiosi. Il risparmio per gli acquirenti è garantito dai contatti diretti tra Svapoebasta.com e le aziende produttrici, grazie a cui i vari passaggi intermedi possono essere evitati.

Come sfruttare al massimo le sigarette elettroniche

Una volta portati a termine i propri acquisti, si può iniziare a svapare. Già, ma come? Vale la pena di tener presente che il vaping è un’esperienza che varia: non è mai uguale a sé stessa e, di conseguenza, non si può considerare standardizzata. Il consiglio per i neofiti è quello di fare esperienza; il che vuol dire, per esempio, sperimentare una grande varietà di prodotti, sia italiani che esteri, comprando varie confezioni e conoscendo più da vicino le fragranze. In questo modo è possibile prendere le decisioni più oculate, per giungere a un vaping personalizzato che generi sensazioni piacevoli.

La concentrazione degli ingredienti nei liquidi per le sigarette elettroniche

Tra gli ingredienti contenuti all’interno dei liquidi per le sigarette elettroniche ci sono dei rapporti ben precisi, indispensabili per ottenere le miscele desiderate: un aspetto di cui si deve tenere conto quando si comprano i liquidi già pronti ma anche, a maggior ragione, nel caso in cui si abbia intenzione di provare dei liquidi fai da te. Le miscele sono equilibrate se contengono il 10% di acqua, il 40% di glicerolo vegetale e il 50% di glicole propilenico. Una miscela di questo tipo può essere utilizzata praticamente con qualunque atomizzatore e contribuisce a una trasmissione ottimale del sapore degli aromi. Le sue percentuali, inoltre, assicurano un livello ottimale di produzione del vapore.

Cosa cambia variando il contenuto degli ingredienti

Ovviamente si può anche sperimentare per cambiare la concentrazione degli ingredienti. Ecco, quindi, che se il contenuto di glicerolo vegetale fino al 60 o addirittura al 70%, si ha a che fare con uno svapo più scenografico, per un liquido più viscoso e una maggiore densità del fumo. D’altro canto, se a crescere fosse la concentrazione di glicole propilenico, quello che si otterrebbe sarebbe un liquido ideale per coloro che desiderano percepire gli aromi in modo molto intenso.

La nicotina nei liquidi per le sigarette elettroniche

Come noto, i liquidi per le sigarette elettroniche possono contenere anche la nicotina. Questa è la sostanza per effetto della quale i fumatori non riescono ad abbandonare le sigarette classiche: pertanto questi fumatori fanno fatica a dire addio alla nicotina anche se passano alle e-cig. Per fortuna, con i dispositivi per svapare è possibile ridurre in modo graduale la quantità di nicotina presente all’interno del liquido aromatico: questo vuol dire che a mano a mano che il tempo passa si può dire addio all’assuefazione, procedendo per step. L’importante è non voler esagerare tenendo presente che la disintossicazione da nicotina non può mai essere istantanea.

Come smettere di essere assuefatti alla nicotina.

Proprio per questo motivo si possono trovare in commercio liquidi con un contenuto variabile di nicotina: si va da un minimo di 3 mg a un massimo di 20 mg, passando per valori intermedi di 4, di 6, di 8, di 9, di 11, di 12, di 14, di 16 e di 18 mg. Nel caso in cui ci si stia avvicinando alle sigarette elettroniche per la prima volta essendo dei fumatori accaniti, è consigliabile cominciare con un liquido con un contenuto tra i 4 e i 6 mg di nicotina se si usano le sigarette bianche, tra i 4 e gli 8 mg se si usano le sigarette silver, tra i 9 e i 14 mg se si usano le sigarette blu e tra i 14 e i 18 mg se si usano le sigarette rosse.

I consigli per gli svapatori più esperti

Il periodo di crisi più forte dovrebbe essere considerato superato dopo circa 6 mesi di impiego delle sigarette elettroniche. È a questo punto che si può iniziare a ridurre la dose di nicotina in seguito a un periodo di scarico progressivo. A questo proposito, si raccomanda di optare per uno scalo di 2 mg ogni volta: il che significa passare da 16 a 14 mg, da 14 a 12, eccetera.

Commenta