Il Primato Nazionale mensile in edicola

Con i termini bioedilizia e bioarchitettura si intendono le modalità di progettare, costruire e gestire un edificio in modo da garantire sostenibilità ambientale, riducendo gli impatti negativi sull’ambiente.



In particolare, tra le metodologie per costruire in termini di bioedilizia vi sono le case in legno, che stanno riscontrando sempre più successo in Italia. Grazie a produttori innovativi, alle nuove tecnologie e alla necessità di avere una casa in poco tempo e con dei costi contenuti, rispettando design e comfort, anche in Italia c’è un incremento costante di richiesta delle case in legno.

Black Brain

Belle e totalmente personalizzabili, le case in legno stanno diventando più amate delle case tradizionali, perché racchiudono innumerevoli vantaggi e benefici.

Quali sono i vantaggi di una casa in bioedilizia?

Costruire una casa in bioedilizia, ovvero in legno, ha innumerevoli vantaggi rispetto ad una casa tradizionale in muratura:

  • Una casa in bioedilizia è meno costosa di una casa tradizionale. Oltre ai costi di produzione, ciò che fa davvero la differenza in termini di risparmio è che una casa in legno è ben isolata sia termicamente che acusticamente, dunque è evidente che necessita di meno attenzioni per quanto riguarda il riscaldamento e raffrescamento, con un basso impatto nella bolletta elettrica.
  • La casa in legno è totalmente personalizzabile in ogni suo aspetto, esattamente come una classica costruzione in muratura.
  • La casa in bioedilizia è antisismica, fattore molto importante, soprattutto se la casa deve essere costruita in zone a rischio. L’antisismicità è dovuta al fatto che la struttura portante di queste case è molto flessibile ed elastica e dunque, in caso di terremoto, riesce ad ammortizzare in modo ottimale i movimenti ondulatori tipici di un sisma.
  • La casa in legno ha un’alta efficienza energetica, grazie agli strati che costituiscono le sue pareti: sono realizzati con materiali dalle innumerevoli caratteristiche termiche che garantiscono alla casa di restare calda d’inverno e fresca d’estate.
    Questa efficienza energetica può essere amplificata ricorrendo al sole come fonte di energia, attraverso l’installazione di pannelli fotovoltaici e solari.
  • Le case in bioedilizia hanno un’elevata resistenza al fuoco, nonostante si pensi il contrario: diversi studi dimostrano che la casa in legno è in grado di lasciarsi attraversare dal calore con un tempo superiore rispetto al cemento armato. Inoltre, la casa in legno non marcisce e resiste alle intemperie, questo perché le case in bioedilizia sono trattate in modo da proteggere il materiale utilizzato.

Come si costruisce una casa in bioedilizia?

Il primo passo da compiere quando si decide di costruire una casa in bioedilizia, è valutare e ragionare sulle proprie esigenze. Si può decidere, ad esempio, di ampliare la propria abitazione attraverso una struttura in legno, oppure costruire da zero una casa in bioedilizia. Qualsiasi siano le necessità, è importante fare chiarezza su ciò che si ha in mente e affidarsi sempre agli esperti che sapranno consigliare al meglio.

Pineca Italy, fra questi, è leader nella progettazione e costruzione di case in bioedilizia, una realtà italiana ma con innumerevoli clienti soprattutto nel Nord Europa; propone case in legno realizzate esclusivamente con legname proveniente da foreste certificate, così da assicurare che le foreste siano utilizzate in modo sostenibile. Inoltre, supporta i clienti prima e dopo l’acquisto.

È bene ricordare che una casa in legno è pur sempre una struttura permanente: infatti, le case in bioedilizia sono considerate dalla legislatura italiana alla pari di una costruzione in muratura. Quando una struttura supera i 20 metri quadrati di spazio coperto, è obbligatorio richiedere il permesso a costruire nel Comune in cui andrà posizionata la casa in legno, a maggior ragione se questa sarà un’abitazione.

Si consiglia, prima di procedere con il posizionamento di una casa in legno, di adempiere alle regolamentazioni del Comune di competenza.
Una volta scelta e studiata la casa in legno giusta per le proprie esigenze, si è proceduto con l’acquisto e si è in regola con le regolamentazioni, si può procedere al suo assemblaggio.

Montare una casetta in legno è piuttosto semplice, fondamentale è che il produttore fornisca i componenti in package separati e ben individuabili, ma ancora più importante è che siano fornite delle istruzioni chiare e precise.

Quanto costa una casa in legno?

Le case in bioedilizia hanno dei costi più contenuti rispetto ad una casa tradizionale in muratura con pari dimensioni esterne e finiture. Senza spendere cifre elevate, infatti, è possibile realizzare una casa in legno dal design personalizzato e tutti i comfort necessari a renderla una casa perfetta in base alle proprie esigenze.

In ogni caso, il prezzo finale della casa in legno varia in base alle dimensioni che si scelgono, agli impianti, agli infissi e alle finiture extra che si prediligono.
Si tenga presente che, nel caso in cui si presentasse il bisogno, le case in bioedilizia sono mutuabili alla pari di quelle in muratura. Alcune banche italiane, come ad esempio BNL, propongono dei mutui appositi per l’edilizia green a dei tassi molto vantaggiosi, finanziando la costruzione della casa al 100%.

Un altro vantaggio è che, come tutte le abitazioni in muratura, anche le case in bioedilizia possono essere assicurate.

Le case in bioedilizia stanno sempre più prendendo piede in Italia, divenendo un’ottima soluzione per una casa dal design unico e qualsiasi comodità integrata. La facilità e rapidità di montaggio le rendono versatili e più veloci da concludere rispetto ad una casa tradizionale in muratura.
La possibilità di finanziamento, inoltre, garantisce che possa usufruirne anche chi non possiede disponibilità liquide immediate.

Belle da vedere e funzionali, le case in bioedilizia sono il futuro innovativo delle abitazioni.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta