Il Primato Nazionale mensile in edicola

Emissioni ridotte, linee inconfondibili e comfort. Sono i punti di forza delle nuove Toyota Yaris e C-HR. Due espressioni della gamma Toyota Hybrid che assicurano guida fluida in ogni contesto. Merito di sistemi tecnologici all’avanguardia e di un’accuratezza nella progettazione portata all’estremo.

Nuovo Toyota c-hr

C-HR Hybrid 2020: più grintosa, più efficiente, più smart

Elegante e raffinato, Toyota C-HR è il crossover che rompe gli schemi. Recentemente rinnovato con un restyling dell’anteriore e del gruppo ottico posteriore, per un aspetto ancora più cool. Ma quelle estetiche non sono le uniche novità della versione 2020, che arriva in concessionaria con una nuova motorizzazione ibrida elettrica.

La versione Full Hybrid Electric con motore 2.0 da 184 CV si affianca a quella con propulsore da 1.8 litri (122 CV), aggiornata con batterie agli ioni di litio che garantiscono maggiore leggerezza e compattezza. Nel confronto con i modelli precedenti, entrambe le motorizzazioni hanno un’accelerazione più lineare e una ripresa migliore. 

Nel caso del 2.0 litri l’incremento delle prestazioni è talmente marcato da aver portato a una nuova denominazione. Toyota ha battezzato il modello C-HR Hybrid Dynamic Force 2.0.

Le novità non finiscono sotto il cofano, cambia anche l’abitacolo. Il nuovo sistema multimediale permette la totale integrazione dello smartphone con Apple CarPlay e Android Auto. Le app del telefono vengono quindi gestite direttamente con il Toyota Touch. C’è poi Hybrid Coach, un assistente virtuale a tutti gli effetti. Rileva la durata del percorso in modalità elettrica e fornisce indicazioni per sfruttare al massimo le potenzialità della motorizzazione ibrida.

Quanto alle emissioni, Toyota C-HR riduce quelle di Ossidi di Azoto di oltre il 90% rispetto ai limiti della normativa per l’omologazione. Caratteristica che condivide con Yaris, altro modello ibrido recentemente rivisto dalla casa giapponese.

Nuova Toyota Yaris

Yaris nuovo modello ibrido: zero emissioni per il 50% del tempo

Quali sorprese riserva la nuova Toyota Yaris? I cambiamenti sono molti, a partire da una linea più sportiva rispetto alle precedenti versioni. Nel frontale un’ampia mascherina si combina a fari sottili, il risultato è un aspetto grintoso e moderno. Aumentati larghezza e passo, entrambi di 5 cm. La prima arriva quindi a 175 cm e il secondo a 256 cm. Invariata invece la lunghezza, 394 cm.

Trasformato l’abitacolo. Fin dal primo sguardo si notano i quadranti analogici ai lati dell’innovativo display multi-informazioni TFT da 4,2″. I comandi al volante permettono di consultare le informazioni senza spostare le mani dallo sterzo.

Sicurezza? Con Toyota è di serie. Il pacchetto Safety Sense comprende sistema pre-collisione con telecamera e sensori laser, avviso superamento corsia, abbaglianti automatici e cruise control adattivo per mantenere la distanza di sicurezza. Gli ammortizzatori ricalibrati portano comfort e maneggevolezza ai massimi livelli.

A tutto ciò si aggiunge la possibilità di viaggiare ad emissioni zero per oltre metà del tempo, senza il bisogno di ricaricare le batterie. Zero stress per un’esperienza di guida che non teme confronti.

Commenta