Il Primato Nazionale mensile in edicola

Le Pen Drive sono ormai sempre più diffuse: queste piccole chiavette USB permettono di salvare i propri dati e di trasferirli sul pc in modo semplicissimo ed immediato. Al giorno d’oggi sono poche le persone che non possiedono almeno una pen drive, perché hanno dei costi decisamente abbordabili e non c’è nulla da dire: sono proprio comode! Si possono portare ovunque, riescono ormai a contenere enormi quantità di dati e sono tra gli strumenti più piccoli per salvare dati e portarli sempre con sé. Non è però tutto oro quel che luccica, e anche le chiavette usb hanno i loro limiti. Spesso e volentieri infatti capita che si danneggino e recuperare i propri dati diventa un’impresa impossibile. Prima di arrivare a questo punto basterebbe fare un backup: peccato che ci si pensa sempre troppo tardi, quando ormai è tutto perso!
Vi siete mai chiesti perché ad un certo punto le Pen Drive non funzionano più, non vengono più lette dai vari dispositivi o presentano qualche tipo di problema? Parliamo di strumenti che potenzialmente potrebbero durare oltre 10 anni, quindi il fatto che si danneggino prima significa che probabilmente non li abbiamo tenuti nel modo corretto. Nonostante infatti possano apparire solide e indistruttibili, anche le Pen Drive richiedono qualche piccolo accorgimento per durare a lungo e non guastarsi. Vediamo adesso 3 consigli per evitare di perdere i propri dati e mantenere sempre in vita la propria chiavetta USB.
 

  • #1 Usare sempre il cappuccio

 
Le chiavette USB vengono sempre vendute con un cappuccio, oppure con un sistema che permette di far rientrare la parte in metallo quando non la si utilizza. Questo perché se per caso dovesse cadere o deformarsi, sarebbe difficile inserirla nella porta USB dei vari dispositivi e diventerebbe del tutto inutile. Meglio quindi proteggere sempre la parte color argento della chiavetta, in modo da non rischiare di rovinarla.
 

  • #2 Attenzione alla formattazione

 
Le chiavette USB si possono formattare, ma questo non significa che questa operazione sia priva di rischi. Se infatti la Pen Drive contiene un software preinstallato, formattandola potrebbe non funzionare più come prima e presentare dei problemi di compatibilità e di lettura. In sostanza rischiamo di perdere tutti i nostri dati e non ne vale la pena! Prima di fare qualsiasi cosa quindi conviene consultare il manuale d’istruzioni o il sito web del produttore.
 

  • #3 La rimozione sicura del dispositivo

 
Ogni volta che si stacca da un dispositivo la chiavetta USB, si dovrebbe effettuare la rimozione sicura. Non facendolo, si rischia di danneggiare la Pen Drive e di rendere i suoi contenuti illeggibili. Si tratta di un’operazione che richiede meno di 30 secondi quindi non vale la pena rischiare per pigrizia!
 

  • Chiavetta già danneggiata? Ecco come recuperare tutto

 
Se la chiavetta dovesse già essere danneggiata, esiste una soluzione per recuperare i propri dati anche se non si dovrebbe mai arrivare a questo punto. Se tenete la vostra Pen Drive nel modo corretto difficilmente si guasterà. Ad ogni modo, ci sono siti web come questo www.recuperodati.it che consentono di recuperare i propri dati anche se la chiavetta è danneggiata e non si riesce più a leggere.

Commenta