A volte capita di avere molti apparecchi elettronici (TV, Decoder, Sky, Home Theater, TV Box ecc) che a loro volta hanno bisogno dell’utilizzo di un telecomando. Cambiare telecomando per ciascuno di questi potrebbe risultato fastidioso, ecco perché scegliere un telecomando universale su https://www.telecomandiuniversali.it/ potrebbe essere la scelta migliore.

Cos’è un telecomando universale?


Un telecomando universale è un normalissimo telecomando, ma ha la possibilità di essere associato a più dispositivi e può controllarli tutti. Questo strumento è diventato sempre più indispensabile in casa, perché permette di manovrare più apparecchi in contemporanea e soprattutto con un unico dispositivo.

Si tratta di uno strumento che, una volta programmato, sarà in grado di dialogare con più dispositivi. Come? Grazie a dei codici o una porta USB che permettono di comandare a distanza svariati elettrodomestici e dispositivi.

Come i classici telecomandi, anche il telecomando universale ha al suo interno un circuito elettronico: pigiando un tasto il telecomando invia un segnale al dispositivo, che risponde di conseguenza in base a un codice binario.

Qual è la differenza tra il telecomando tradizionale e quello universale? Quest’ultimo ha un rapporto di compatibilità con più di un dispositivo. Quelli top gamma, ad esempio, possono arrivare ad essere compatibili con 15 elettrodomestici differenti. Un buon modo per evitare l’ingombro di avere diversi telecomandi, ma anche per risparmiare in termini di spazio e di consumo di pile e batterie.

Programmazione dei telecomandi universali

I modelli top gamma riescono ad effettuare questa operazione in modo automatico, al telecomando deve essere associato il codice del dispositivo e l’associazione avviene automaticamente.

Altri sono dotati d una porta USB e dispongono di una configurazione automatica semplicemente collegandoli al PC. In questo caso non si deve far altro che collegare il telecomando al PC tramite cavo e attendere l’installazione dei driver.

Quelli più economici, invece, necessitano di essere collegati all’elettrodomestico o il dispositivo attraverso un codice corrispondente. Questo metodo consiste nell’inserire all’interno del telecomando un codice, che è quello del dispositivo che deve essere associato.

Quale telecomando scegliere

I modelli a disposizione sono davvero tantissimi, per questo è bene che vi vengano date alcune raccomandazione, così da poter scegliere quello adatto a voi.

La principale funzione è la capacità di manovrare differenti dispositivi con un solo strumento, ecco perché la compatibilità è l’elemento fondamentale da prendere in considerazione prima di sceglierne uno.

È bene tener presente anche le eventuali restrizioni che potrebbero essere legate ad una specifica marca. Alcuni, sebbene siano universali, funzionano solo con dispositivi di una certa casa produttrice.

Considerato che non tutti sono bravi con i codici è importante scegliere un telecomando che abbia una semplicità nella configurazione. Ovviamente quelli più facili da utilizzare saranno quelli che riconoscono automaticamente un dispositivo o quelli che possono essere comodamente configurati tramite PC.

Trattandosi di uno strumento utilizzato quotidianamente è necessario che abbia una struttura resistente agli urti, che sia maneggevole ed al contempo duraturo.

Un telecomando universale può disporre anche di una serie di funzioni particolari, come ad esempio la possibilità di impostare canali preferiti, connettersi al WiFi o essere facilmente controllato tramite smartphone.

Come avete visto gli elementi da tenere in considerazione sono davvero tanti. Valutateli bene e scegliete quello più adatto a voi.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here