Roma, 23 ott – E’ un oro storico quello di Nicola Bartolini, 25enne di Quartu Sant’Elena. Per la prima volta un italiano ha vinto la medaglia più prestigiosa nel corpo libero, ottenuto ai mondiali di ginnastica artistica che quest’anno si tengono a Kytakyushu, in Giappone. Bartolini, alla sua prima finale mondiale, ha eseguito un esercizio strepitoso, centrando il notevole punteggio di 14.800. Argento al giapponese Kazuki Minami e bronzo al finlandese Emil Soravuo. Prima di lui nessun azzurro era riuscito ad aggiudicarsi l’oro mondiale nel corpo libero, per quanto riguarda l’atletica maschile. Di più, prima di Bartolini soltanto Menichelli vinse il bronzo a Praga 1962 e a Dortmund 1966.



Corpo libero, l’oro di Bartolini è storico

“Non era mai accaduto che un italiano vincesse un Mondiale nel corpo libero”, scrive festante su Twitter la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali. “Nicola Bartolini stamattina ci regala questa gioia grandissima! Grazie Nicola e complimenti @Federginnastica. Che periodo fantastico per lo sport azzurro! #momentomagico #orgoglioazzurro”. Il neo campione del mondo non può che essere al settimo cielo e mostra anche una certa ironia: “E’ un risultato storico: ora mi aspetto una statua”. Questo “è’ un momento indescrivibile – dice poi Bartolini – è stato un periodo duro tra preparazione e mille cose. Ho tirato fuori gli artigli e ho fatto gli esercizi giusti al momento giusto. Poi c’è stata un pizzico di fortuna, che non basta mai, ma quando si lavora duro il risultato si vede”.

Non solo Bartolini, ecco le altre medaglie italiane

Ma da Kitakyushu oggi arriva pure una medaglia d’argento tricolore, vinta Asia D’Amato al volteggio. Genovese, 18 anni, è arrivata seconda dietro la brasiliana Rebecca Andrade e davanti alla russa Angelina Melnikova.
E ancora due medaglie maschile negli anelli: argento per Marco Lodadio e bronzo per Salvatore Maresca, quest’ultimo pari merito con il russo Grigorii Klimentev.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta