Le borse si tingono di rosso dopo l’annuncio di Google secondo cui verrà tolta la licenza per il sistema operativo Android al colosso cinese Huawei. La notizia ha letteralmente gelato i mercati.

L’impressione è che la guerra dei dazi tra gli Usa e la Cina stia evolvendo a nuovi livelli.

Un allarme per tutti quelli che si occupano di trading online e, più in generale, di investimenti finanziari. In questi contesti di altissima volatilità, infatti, diventa molto difficile capire in cosa investire per evitare di generare perdite.

Da un lato, infatti, vi sono i forti ribassi del mercato azionario, mentre dall’altro assistiamo a una forte instabilità delle valute, estremamente soggette ai fattori macroeconomici così come alle notizie dell’ultima ora.

Investire nelle materie prime

Una soluzione potrebbe essere quella di cercare mercati alternativi come, appunto, quello relativo alle materie prime. Ad esempio, osservando le quotazioni del rame, si evince che l’andamento dello stesso rimane più o meno stabile e meno influenzato dai fattori come, appunto, la guerra dei dazi tra il presidente Trump e la Cina.

Oltre al rame sono molto interessanti anche il petrolio, l’oro (da sempre considerato un bene rifugio dagli investitori e, proprio per questo, soggetto a rialzo delle quotazioni in periodi di crisi), il gas naturale e il cotone. Tutte materie prime che possono portare risultati interessanti. Ovviamente l’investimento comporta sempre dei rischi e, proprio per questo, deve essere ponderato e ben integrato all’interno di una strategia di gestione del proprio patrimonio che sia compatibile con il proprio profilo di rischio.

Le difficoltà del trading online

La difficoltà principale che incontra un trader è quella di riuscire a fissare un obiettivo e ad elaborare un metodo preciso per raggiungerlo: ad esempio vendere i propri titoli quando arrivano a garantire una certa resa senza attendere oltre, evitare di acquistare al ribasso e gestire in maniera efficace le perdite. Ovviamente le perdite non possono mancare, ma è necessario saper affrontare il rischio e non lasciarsi trascinare troppo dall’entusiasmo.

Alcune piattaforme di trading online permettono di aprire un conto con cifre molto basse: un sistema utilissimo per iniziare a fare pratica e a comprendere i meccanismi della compravendita di borsa. Quando si acquisisce esperienza sufficiente da aumentare il livello di rischio, è opportuno verificare sempre di avere un margine sufficiente a coprire le eventuali perdite.

Utilizzare l’Annuario del Trading Online Italiano

Un ottimo punto di riferimento per chiunque desideri avvicinarsi al trading online, ma anche per chi fosse già introdotto nel settore e desideri perfezionarsi, è l’Annuario del Trading Online Italiano, un volume che riunisce tutte le informazioni relative alle risorse disponibili sul mercato, compresi i percorsi di formazione, oppure il sito della libreria specializzata Trading Library, dove è possibile trovare testi tecnici e manuali anche per chi ha iniziato da poco ad avventurarsi in questa dimensione.

In ogni caso, è opportuno valutare sempre con attenzione le proprie disponibilità economiche, non pretendere di arrivare subito ad ottenere grossi guadagni e riservare sempre ampio spazio allo studio e all’analisi.

Commenta