Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 11 mag – La ricerca sul cancro? Macché: rende di più quella sui vaccini anti-Covid. Molto di più, nonostante – almeno in Italia – le patologie neoplatische rappresentino la seconda causa di morte, mentre il tasso di letalità per il coronavirus a fatica supera il 5%. Chiedere dalle parti di BioNTech, che aveva impostato il 2020 sulla lotta ai tumori. Salvo poi cambiare programmi e concentrare le proprie attenzioni nella produzione di vaccini, in tandem con Pfizer. Con effetti molto più che generosi (praticamente miracolosi) sul suo conto economico.



BioNTech fa oltre +7000%

I dati della prima trimestrale del 2021 non lasciano spazio a dubbi. La società tedesca, infatti, registra ricavi per 2,08 miliardi di euro. Erano 27,78 milioni nello stesso periodo del 2020. In termini percentuali significa un aumento a tre zeri: quasi +7400% da un anno all’altro.

Black Brain

Il risultato netto segue di conserva. Sempre nel primo trimestre, l’ultimo rigo di bilancio di BioNTech fa segnare 1,13 di utile, a fronte di una perdita di 53,4 milioni dodici mesi fa. Il mercato festeggia: i corsi dell’azienda hanno brindato alla borsa di Francoforte con un +8%, superando di nuovo la soglia dei 160 euro ad azione. Valevano meno di 70 un anno fa.

Conti da record anche per le altre case

Non va certamente peggio – sia pur con numeri più contenuti: BioNTech partiva però da una posizione di svantaggio, essendo sensibilmente più piccola – per le altre realtà della farmaceutica. Per Pfizer parliamo di un +45%, mentre AstraZeneca raddoppia gli utili (da 780 milioni a più di 1,5 miliardi), anche se solo una parte di essi è ascrivibile al suo controverso vaccino. Non è invece il caso di Moderna, il cui siero “pesa” per 1,73 miliardi di ricavi su un fatturato totale inferiore ai 2. Incremento in doppia cifra anche per Johnson&Johnson, che segna quasi +30%.

Filippo Burla

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Condivido pienamente il senso di questo articolo. Finalmente. E non c’è solo il cancro…, sla, sclerosi multipla (per dire le prime tra le “terribili” che mi vengono in mente), … che in alcune aree non esistono. E non è dovuto a una mancata rilevazione.

Commenta