I cosiddetti fondi pensione intervengono in un contesto, come quello attuale, molto particolare. L’economia moderna e contemporanea, si sa, è piena di incertezze. Il lavoro così, come la protezione sociale, sono meno sicuri che in passato, e ci si scontra con la difficoltà di dover affrontare un passaggio obbligato per tutti noi: la vecchiaia. Come avere maggiori certezze sul futuro, in una società che ne dà sempre meno?

Fondi pensione: cosa sono

Da un punto di vista tecnico, i fondi pensione sono risparmio. Per meglio dire, un mezzo di risparmio. L’obiettivo principale di questo risparmio è, banalmente, la pensione. Versando costantemente parte dei propri guadagni mensili dunque, ci si assicura una certa somma per quando si smetterà di lavorare. Per essere ancora più diretti, è una pensione ma integrata direttamente da risparmio privato (e non versato come contributi allo Stato). Vi può aderire qualunque lavoratore (pubblici, privati o liberi professionisti), ma anche persone che vogliono aprirlo versandovi i loro soldi (dunque anche non lavoratori come possono essere degli studenti).

Le possibili scelte

Scorrendo le pagine del miglior fondo pensione del 2022, ci si può facilmente orientare sulle varie possibilità che questo strumento offre. I più interessanti sono i cosiddetti “fondi pensione aperti”, ovvero quelli a cui chiunque può aderire, ampliando così le possibilità di fruizione. Le adesioni sono possibili sia individualmente che collettivamente: nel secondo caso, essi nascono da specifici accordi con i datori di lavoro o con le rappresentanze sindacali. A garantire i fondi pensione possono essere diversi istituti, dalle banche alle imprese assicurative.

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Investendo adesso in fondi pensione il futuro te lo rovini visto che notoriamente i fondi pensione investono nei mercati di carta straccia che pomposamente chiamano finanziari e che perderanno il 70% del loro valore attuale entro il primo semestre 2023.

    Traduco per umani.

    Entrando adesso nei fondi pensione perderete il 70% del capitale che andate ad investire, se investite 100€ ve ne rimarrano 30 gli altri 70 li perderete.

    Meglio aspettare il secondo semestre 2023 per entrare nei fondi pensione, pensateci attorno a settembre 2023 ora tenetevi i soldi in contanti.

Commenta