Melbourne, 9 nov – L’accoltellamento seguito all’incendio dell’auto avvenuto questa mattina a Melbourne sarebbe un attacco terroristico. La polizia australiana, almeno, così si sta approcciando all’attentato costato la vita a una persona, oltre all’assalitore.

L’uomo che ha prima incendiato il proprio pick-up e poi accoltellato i passanti, ferendo anche un agente di polizia, è infatti morto in ospedale, dove era stato ricoverato in seguito alle ferite causate dai colpi esplosi da un agente che si stava difendendo.

Secondo quanto trapela dalla polizia australiana a bordo dell’auto dell’attentatore sono state trovate bombole di gas. Il commissario capo della polizia di Victoria, Graham Ashton, ha inoltre spiegato che l’attentatore era di origini somale e viveva in Australia da decenni. Pare fosse già noto alle agenzie di intelligence.

Anna Pedri 

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here