Il Primato Nazionale mensile in edicola

Il trading online è un sistema molto diffuso per giocare in borsa e vi permette di investire con cifre esigue. A cavallo con l’inizio della pandemia le persone che hanno deciso di investire tramite il trading è cresciuto di molto, sia per affrontare la crisi economica, che per il tempo a disposizione visto che siamo rimasti casa.

Sangue di Enea Ritter

Certamente per riuscire in questo settore è molto importante seguire una guida al trading online tradingonlineguida.it, che vi offra tutte le informazioni e i consigli necessari per evitare le truffe.

Black Brain

Tutto ciò che gira intorno al web è esposto in modo maggiore alle truffe, è molto facile incappare in situazioni poco sicure, specialmente se ci dedichiamo agli investimenti.

Questo può accadere sia se lasciamo i nostri dati che se acquistiamo oggetti e altro tramite un e-commerce, ecco perché essere vigili e consapevoli nel web è fondamentale. Pensate che nel 2019 sono stati circa 8 milioni gli utenti a essere stati truffati.

Di seguito vi daremo alcuni consigli per evitare le truffe nel 2021.

Come riconoscere una truffa online

Più si utilizza Internet per investire, comprare, vendere oppure scambiare oggetti più è semplice andare in contro a possibili truffe. La CONSOB sul suo sito ha sviluppato una sezione dedicata, dove gli utenti possono capire quali sono i campanelli di allarme e scappare a gambe levate.

Per quanto riguarda il trading online è molto importante tenere sempre gli occhi aperti e verificare che la piattaforma di trading online a cui volete iscrivervi abbia le certificazioni che attestano la sua veridicità, come la medesima CONSOB oppure la CySEC.

Inoltre una società che sia gestita in modo legale non ha bisogno di oscurare i propri dati né tantomeno di esimersi dal fornire tutti i contatti e i numeri di licenza.

Per ricapitolare iscrivetevi solo a piattaforme regolamentate e con una politica basata sulla trasparenza.

Verificate anche la denominazione esatta della società tramite gli albi di settore e consultate il sito dell’Esma.

Sul sito dell’Esma potrete controllare sé l’azienda che state prendendo in considerazione è regolamentata, questo perché solo le imprese regolamentate dagli organi di settore possono fornire servizi di investimento.

Sempre sul sito dell’Esma potrete consultare i registri delle imprese che erogano servizi di investimento, tali registri sono divisi per nazione.

Il grande problema è che alcune piattaforme mistificano i propri dati oppure ve li propongono in modo ambiguo, questo è sinonimo di truffa.

Inoltre per riconoscere una truffa online è bene verificare che la piattaforma non vi inviti a investire grandi cifre promettendovi di diventare ricchi. Un’altra tecnica che viene utilizzata da alcuni siti truffa è il bonus, questo è apparentemente vantaggioso, ma poi non è realmente così, di solito dopo aver accettato il bonus vi troverete a dover caricare delle cifre importanti.

Come investire in modo sicuro con il trading online

Il trading online è certamente uno dei settori dove è più semplice essere truffati, ci sono talmente tante piattaforme che molte volte è semplice cadere nelle mani sbagliate.

Una piattaforma deve assolutamente avere i seguenti requisiti:

  • Il broker deve essere regolamentato dalla CONSOB, FCA e dalla CySEC;
  • La piattaforma deve esporre il numero delle certificazioni;
  • Il broker vi deve dare l’opportunità di consultare tutte le informazioni finanziarie e le regole che il broker va ad apporre dopo l’iscrizione;
  • Possibilità di accedere tramite il conto demo gratuito.

Questi sono alcuni dei punti base da seguire prima di accedere ad una piattaforma di trading online.

Un altro consiglio che sentiamo il bisogno di darvi è quello di partire con il conto demo, di seguito tutti i perché.

Quali sono i broker di trading online regolamentati?

Abbiamo verificato la regolamentazione di alcuni brokers, sia per quanto riguarda la registrazione alla CONSOB che alla CySEC.

I brokers regolamentati:

  • eToro con licenza Cysec numero 109/10;
  • 101Investing con licenza Cysec numero 315/16;
  • ForexTB con licenza Cysec numero 272/15;
  • XTB con licenza Cysec numero 169/12.

Oltre a queste piattaforme ce ne sono altre che detengono le certificazioni di sicurezza.

Certamente fate molta attenzione e in caso non siete pienamente sicuri di ciò che state per sottoscrivere chiedete informazioni sulla società ai siti di riferimento, come la CONSOB oppure l’Esma.

Perché è importante iniziare con il conto demo gratuito

Il perché iniziare tramite il conto demo risiede nel fatto che in primis potrete fare pratica, senza vincoli, la maggior parte dei broker vi mette a disposizione la possibilità di accedere tramite un conto demo, che sia a tempo indeterminato oppure con una tempistica ben definita.

Il conto demo oltre che darvi la possibilità di conoscere la piattaforma vi permette conoscere anche l’azienda.

Potrete notare come si comporta la società verso di voi, se vi spinge in modo poco educato ad iscrivervi e via dicendo, solo se riscontrate che il broker sia realmente serio allora passate al conto deposito.

Fonte: Tradingonlineguida.it

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Una semplice domanda, quale è la percentuale dei truffatori-consulenti finanziari, iscritti legalmente nelle strutture, operanti “offline” e online?! La butto lì (ma non troppo), 5% in crescendo grazie ai “colleghi” pure abusivi del online? Senza parlare di algoritmi…

Commenta