Il Primato Nazionale mensile in edicola

Da quando la Rivoluzione Digitale ha fatto irruzione nel mondo, nulla è stato più lo stesso. La tecnologia ha preso il sopravvento, internet si è imposto come mezzo prioritario della quotidianità di tutti al punto da diventare indispensabile. Tradotto: non se ne può più fare a meno. Ciò ha prodotto nuovi problemi ma anche tante, nuovissime opportunità. Una rivoluzione che ha prodotto evoluzione, in una sola parola. E in un campo in particolar modo: quello del gioco.

Le regole sono cambiate e con la rivoluzione digitale si è arrivati ad una svolta anche nell’universo ludico. Magia di quella che è passata alla storia come Gamification. Nata come fortunato neologismo nel 2010, oggi la gamification, quella complessa meccanica dietro ai giochi, trasposta in contesti non ludici, è alla base di ogni tipo di politica psicologica o aziendale.

Nel mondo dei giochi questa si è tradotta in una realtà virtuale aumentata, in una esperienza più performante e migliorata. Anche e soprattutto per il mondo dei giochi, in particolare per la categoria più caratteristica di tutte: le slot machine online. Che hanno subito, queste sì, una tangibile evoluzione, visibile in dinamiche completamente sovvertite che hanno stravolto le vecchie macchinette a tre bobine, tipiche dei bar degli anni ’80 e ’90, negli attuali mezzi capaci di produrre divertimento e intrattenimento (https:/www.slotmania.it/slot-machine).

Ma perché le nuove slot machine piacciono sempre di più? E perché in Italia hanno accalappiato solo consensi, fino ad arrivare a coinvolgere oltre tre milioni di appassionati? Facile a dirsi, ma difficile a farsi. Perché difficile è stato ed è il percorso delle slot machine, che ancora oggi finiscono di tanto in tanto al centro del dibattito perché considerate mezzi di alienazione sociale, oltre che di dipendenza. Il successo di questa tipologia di giochi è rintracciabile in determinati punti.

Il primo, la grande flessibilità, la stessa che consente ad un giocatore esperto e ad un neofita di divertirsi allo stesso modo. E poi tutto quel novero di innovazioni introdotte dalla già citata Digital Revolution: esperienza di gioco che diventa, spesse volte, esperienza di vita oltre che di intrattenimento. Skills, musiche, sound-design, caratterizzazione dei personaggi, dei temi, delle modalità di gioco. Tutti dettagli che fanno la differenza, tutti dettagli che lasciano il segno. Un successo in qualche modo telefonato, che non smette tuttavia di esaurirsi: più innovazioni vengono prodotte, più le slot diventano competitive. Altra menzione: questa tipologia di giochi negli anni è andata via via riducendo il gap con i videogiochi, risultando oggi molto più simile ai titoli, spesso emulati, presenti su console. Ora, con l’arrivo dell’Intelligenza Artificiale prima, del 5G poi, si è pronti a compiere un altro passo nel futuro. Per un modo di divertirsi e di intrattenersi che non ha età.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta