Roma, 8 gen – Una marcia composta, un silenzio interrotto solo dal rito del Presente!. Circa sei mila persone hanno manifestato a Roma ieri nel ricordo della strage di Acca Larentia, a quarant’anni di distanza dell’uccisione dei tre militanti dell’Msi Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni.

Una strage che segnò un’intera stagione politica e che non è stata volutamente ricordata dal Comune di Roma: nemmeno l’invio di una corona di fiori come invece previsto dal cerimoniale ufficiale.

A ricordare il sacrificio dei giovani militanti barbaramente assassinati ci hanno pensato migliaia di camerati giunti da tutta Europa (oltre 15 le delegazioni straniere), che hanno partecipato al corteo organizzato da CasaPound.

Davide Romano

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

11 Commenti

  1. Lasciate perdere comunistelli e grillini, sono infami senza onore,conigli che escono dalle fogne dei centri sociali…..con tutto il rispetto per i conigli.

  2. Onore sempre fino alla morte. Mai arretrare di un centimetro. Agli schiavi del potere la mediocrità che li evidenzia e accomuna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here