Il Primato Nazionale mensile in edicola

“Roma, 28 mar – “Ho appena firmato un Dpcm che dispone 4,3 miliardi a valere sul fondo di solidarietà dei Comuni per dare ossigeno ai bilanci dei comuni“. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi parlando delle misure per fare fronte all’emergenza Coronavirus. “Con ordinanza delle protezione civile aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, un ulteriore anticipo che destiniamo ai comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni dirette di generi alimentari”.

“Ci confronteremo a inizio settimana con gli esperti e confidiamo che ci portino ottime notizie. Noi ci manteniamo sempre vigili per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni”, aggiunge. Il premier ha espresso soddisfazione per i dati odierni diramati dalla Protezione civile. “Oggi segnaliamo il numero più alto di guariti. Ci confronteremo a inizio settimana con gli esperti e confidiamo che ci portino buone notizie”.

“Nessuno sarà lasciato solo”, ha aggiunto Conte. “Siamo al lavoro per azzerare la burocrazia, stiamo facendo l’impossibile. La ministra Catalfo e l’Inps stanno lavorando senza sosta. Vogliamo mettere tutti i beneficiari della Cassa integrazione di accedervi subito, entro il 15 aprile, e se possibile anche prima”. Il ministro dell’economia Gualtieri ha annunciato che da domani la nuova misura per Comuni sarà operativa: Sono giorni molto difficili, rendiamo immediatamente disponibili risorse per i Comuni per aiutare le persone in difficoltà a reperire prodotti di prima necessità e generi alimentari”. Il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Decaro ha detto che la priorità dei Comuni è di rispondere alle richieste dei cittadini.

Aldo Milesi 

 

 

3 Commenti

  1. Dunque, quel furfante (grosso eufemismo) di Conte fa passare la manovra di 4,3 miliardi,
    che in realtà sono soldi già iscritti in bilancio (fondo solidarietà ai comuni; soldi di cui hanno già diritto!), mascherandola da intervento straordinario per l’emergenza coronavirus – non rappresentano, dunque, affatto delle somme aggiuntive! Dopodiché, anticipa 400 milioni di euro da dividere tra tutti i comuni italiani. Semplicemente assurdo! Evidentemente, come ha twittato Salvini, pensava all’uovo di Pasqua! Conte sarebbe da prendere a calci in c***!

Commenta