Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 17 ago – Discoteche chiuse e porti aperti: governo duro con gli italiani e debole con i clandestini. L’ordinanza anti-movida del ministro della Salute Speranza scatena l’ira dell’opposizione: basta norme vessatorie, a pagare sono sempre gli italiani, mentre i clandestini infetti sbarcano tranquillamente. Ma se Lega e Fratelli d’Italia condannano l’ennesimo (inutile) giro di vite anti coronavirus e bocciano il governo giallofucsia, Forza Italia si schiera con Speranza approvando la chiusura delle discoteche.

Salvini: “Duri con gli italiani, deboli coi clandestini: governo di incapaci”

“Solo oggi sono sbarcati più di 200 clandestini e che il problema siano gli italiani, i baristi, i ristoratori, i ragazzi, i lavoratori è surreale. Questo governo è incapace di difendere i confini, la salute e i risparmi degli italiani e se la prende con i ragazzi che escono e che si vogliono divertire. È una follia”, è l’attacco di Matteo Salvini. “Chiudono locali e negozi, terrorizzano e multano gli italiani, mettono a rischio migliaia di aziende e centinaia di migliaia di posti di lavoro. Intanto anche oggi sono sbarcati in Sicilia più di 100 clandestini (quasi 10.000 fra luglio e agosto) e i contagi aumentano in gran parte per colpa di chi arriva dall’estero. Duri con gli italiani, deboli coi clandestini: governo di incapaci”, rincara la dose il leader della Lega. Salvini poi getta acqua sul fuoco rispetto agli allarmismi sui nuovi casi di coronavirus: “I contagi non sono malattie, dovreste saperlo voi” giornalisti, fa presente parlando con la stampa in Toscana nel corso di un evento con la candidata del centrodestra alle regionali Susanna Ceccardi. Il leader della Lega infine taglia corto circa le polemiche sulla mascherina: “La porto sempre dove è obbligatorio, tranne quando faccio il bagno”.

Meloni: “Governo deve chiudere subito i porti”

Per Giorgia Meloni, invece, “se il governo ritiene opportuno chiudere le discoteche per fronteggiare l’emergenza,allo stesso modo deve chiudere con la massima urgenza i porti agli sbarchi illegali. Non si può continuare a ignorare il legame tra aumenti dei contagi e immigrazione clandestina mentre i nostri settori produttivi sono in ginocchio e le nostre aziende falliscono. Questo governo scellerato – è l’attacco della leader di Fratelli d’Italia – gli italiani non lo meritano”. Si scaglia contro l’esecutivo Conte anche Ignazio La Russa: “Anziché rendere operative misure di distanziamento attualmente inesistenti in tante situazioni (dagli aerei alle spiagge libere tanto per fare due esempi) ci si accanisce coi luoghi di incontro all’aperto dei giovani senza che vi sia una certificata esigenza clinica. Premesso che contagio senza sintomi non è quasi mai malattia e che i nuovi casi ospedalizzati seri sono pochissimi e fisiologici, si poteva al massimo inasprire per asserita precauzione le modalità di ingresso e permanenza nelle discoteche rigorosamente all’aperto senza arrivare a chiuderle, oltretutto all’indomani del giorno di massima affluenza. Appare evidente il tentativo del governo di tenere in soggezione e in stato di paura gli italiani“, è la denuncia del senatore di FdI.

Forza Italia plaude alla stretta: “Contagi stanno aumentando”

Al contrario, Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, sostiene che “è comprensibile la decisione del governo di chiudere le discoteche: i contagi stanno aumentando, il virus va tenuto sotto controllo, non possiamo correre ulteriori rischi”. Sul fronte del danno economico causato al settore, la Gelmini fa presente che “gli aiuti per i gestori, questa volta, dovranno essere concreti e immediati. Non possono ancora una volta rimetterci gli imprenditori”. Sulla stessa linea Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, che però fa presente che “mentre si pensa a chiudere nuovamente determinate attività, sulle nostre coste continuano a sbarcare clandestini, come se il Covid esistesse solo in Italia e facendo finta di ignorare la percentuale di migranti che risulta invece positiva al coronavirus”.

Adolfo Spezzaferro

4 Commenti

  1. Il problema non è la chiusura delle discoteche, che è cosa buona e giusta, ma l’apertura dei porti agli sbarchi dei clandestini.

  2. Già, i contagi aumentano – o meglio, i positivi al tampone – automaticamente indicati come malati.
    In realtà, e i dati dei ricoverati lo indicano, questi positivi in grandissima parte sono asintomatici.
    Nelle ultime 72 ore sono stati segnalati attorno ai 1600 nuovi casi di positività, eppure, il numero dei ricoverati in ospedale ha subito una lievissimo aumento. Inoltre, considerando l’inaffidabilità dei soggetti al governo, non siamo in grado di affermare nulla dei pazienti ricoverati in ospedale: hanno patologie gravi? sono anziani? giovani? le loro condizioni di salute sono riconducibili alla presenza del virus oppure dipendono in larga parte da altre e gravi patologie come, ad esempio, il cancro?

Commenta