Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 apr – I sondaggi parlano chiaro: Fratelli d’Italia continua, anche se con percentuali non altissime, a guadagnare voti nell’area di centrodestra. Questi risultati sono riconducibili a due fattori. Anzitutto alla posizione esterna ad un governo ancora molto “chiacchierato”. In secondo luogo perché il partito sta tornando in modo centrale nella definizione di destra nazionale.



Il “movimento” dei voti tra i partiti

Berlusconi durante un convegno del Popolo delle Libertà che seguì l’allontanamento di Fini, disse che la Lega, soprattutto al nord, stava prendendo i consensi di Alleanza Nazionale facendo sue le lotte contro l’immigrazione clandestina e a favore di un progetto sovranista. Queste parole sembrano sempre più attuali ma a parti invertite. La Lega tra alti e bassi rimane il primo partito italiano. L’ingresso nel governo Draghi ha però fatto scappare qualche simpatizzante già deluso da due anni dal precedente governo giallo-verde.

Black Brain

I voti non arrivano tuttavia solo dal Carroccio. Come tra Camera e Senato, anche tra gli elettori ci sono movimenti tra il M5S e Fratelli d’Italia. Nelle scorse settimane, già tre parlamentari grillini sono passati con la Meloni ritrovandosi in valori patriottici e vincenti. Il declino politico dei partiti coinvolti nel Conte bis sembra continuare anche negli ultimi sondaggi. L’unica ancora di salvezza per il popolo del “Vaffa” sembra essere l’ascesa dell’avvocato Conte che punta a rimescolare tutte le carte all’interno del Movimento. Rimane impensabile che dopo i disastrosi e fallimentari ultimi due governi il M5S possa puntare ad essere ancora primo partito. Sicuramente, con l’alleanza consolidata con il Pd (ex partito di Bibbiano ormai), ostacolerà la vittoria del centrodestra. La quale, secondo gli attuali sondaggi, sembra stracciante.

I meriti (o demeriti altrui) della crescita di Fratelli d’Italia

Che piaccia o no, l’asso nella manica dell’ex ministro della gioventù del governo Berlusconi è sempre stata la coerenza di idee e ideali. A volte può risultare ripetitiva, questo per il semplice fatto che una guerra non si vince mettendo sul petto la medaglia di una battaglia. Al contrario: rimanendo coerente e costante con le proprie convinzioni politiche e sociali.

Riprendendo il discorso precedente di Berlusconi su Alleanza Nazionale, il partito che fu la continuazione del Movimento Sociale aveva una forza quasi incontrollabile soprattutto al sud lasciando al nord dei voti per strada a favore dell’ex segretario verde Umberto Bossi. Oggi i dati riportano una forte risalita anche in regioni tipicamente “leghiste” come Lombardia e Friuli-Venezia Giulia. Per il momento non risulta ancora in recupero rispetto alla Lega in Veneto, dove Zaia fa partito a sé. “Dio, patria e famiglia” il trittico di un pensiero consolidante nella mente di milioni di cittadini che rivedono in queste tre semplici parole dei fondamentali a loro vicini. Con questo è spiegata anche l’esplosione del centrodestra dopo anni di egemonia “rossa” prima e democristiana poi con Renzi.

Il traguardo è ancora lontano

Se l’attuale governo finisse a scadenza naturale, le possibilità della Meloni di diventare primo leader del centrodestra sarebbero maggiori. Era impensabile avere un attuale governo uguale al precedente con a differenza solo Draghi al posto di Conte. La scelta di Salvini è, dal suo punto di vista, legittima: la gestione della pandemia fatta da grillini e dalla sinistra sarebbe stata ulteriormente peggiorativa rispetto ad ora, come lo è stato nel precedente governo. Questa presa di posizione della Lega, però, ha portato molto malcontento negli elettori, anche se non si stanno registrando cali drastici nei sondaggi. Perdere una goccia per un governo che dura massimo un anno ha una valenza. Perdere più gocce nel tempo per attendere la scadenza naturale del mandato potrebbe sicuramente agevolare solo Fratelli d’Italia.

Ilario Maiolo

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

12 Commenti

  1. Sicuramente per la destra questa situazione potrebbe essere ideale “dividersi ora per difendersi per poi attaccare uniti”.
    La lega si è sacrificata per entrare nel governo e limitare i danni, altrimenti due anni ancora di sinistra con Conte avrebbero visto ius soli legge Zan e altre battaglie di sinistra approvate,almeno così vengono contrastate.
    Ora il compito della Meloni forse è quello di aprire un alleanza con i nuovi partiti sovranisti che visto la situazione in peggioramento potrebbero raggiungere un largo consenso e catalizzare un bacino elettorale nuovo

  2. Se Giorgia Meloni sarà intelligente abbastanza da non fare la fine di Fini – e certi personaggi democristiani e liberali come Crosetto aut similia rischiano proprio di portarla in quel baratro – ovvero di mantenere la fiamma, di non rinnegare mai il MSI (da cui, pur se giovanissima per due anni al FdG) proviene, di continuare a celebrare Giorgio Almirante, di continuare a circondarsi di personalità che appartengono alla nostra comunità (Isabella Rauti, Rachele e Caio Giulio Cesare Mussolini, Galeazzo Bignami, Marta Schifone et cetera) e non ampliare troppo ad elementi “estranei”… ecco, se riuscirà a tenere botta su questo, potrà tranquillamente aumentare i consensi in tantissime categorie economiche e sociali fino ad ora leghiste e (per quel poco che rimane) pentastellate e forziste, mantenendo ciò che vi è di più importante, l’identità, l’eredità della destra nazionale e il patto con il popolo, unico a cui deve rendere conto. Se tradirà come Fini, perché malauguratamente convinta lei o perché convinta da cattive compagnie, e finirà per rifare il solito percorso della “destra moderata, inoffensiva e liberal” che piace alle elites e ai comunisti, rivedremo uno spettacolo tragico e triste che ci ha privato di un partito di peso nazionale a destra per dieci anni o giù di lì.

  3. Se Giorgia Meloni sarà intelligente abbastanza da non fare la fine di Fini – e certi personaggi democristiani e liberali come Crosetto aut similia rischiano proprio di portarla in quel baratro – ovvero di mantenere la fiamma, di non rinnegare mai il MSI (da cui, pur se per due anni al FG) proviene, di continuare a celebrare Giorgio Almirante, di continuare a circondarsi di personalità che appartengono alla nostra comunità (Isabella Rauti, Rachele e Caio Giulio Cesare Mussolini, Galeazzo Bignami, Marta Schifone et cetera) e non ampliare troppo ad elementi “estranei”… ecco, se riuscirà a tenere botta su questo, potrà tranquillamente aumentare i consensi in tantissime categorie economiche e sociali fino ad ora leghiste e (per quel poco che rimane) pentastellate e forziste, mantenendo ciò che vi è di più importante, l’identità, l’eredità della destra nazionale e il patto con il popolo, unico a cui deve rendere conto. Se tradirà come Fini, perché malauguratamente convinta lei o perché convinta da cattive compagnie, e finirà per rifare il solito percorso della “destra moderata, inoffensiva e liberal che piace alle elites e ai comunisti, rivedremo uno spettacolo tragico e triste che ci ha privato di un partito di peso nazionale a destra per dieci anni o giù di lì.

  4. potrebbe,se riuscirà ad evitare derive nazifemministe.

    io sono etero,single,senza figli…
    e ultimamente mgtow,
    per causa diretta dello schifo di leggi matrimoniali del mio paese,
    che hanno portato me e tantissimi altri a rifiutare un matrimonio
    che è diventato solo un’inchiappata di dimensioni cosmiche per un uomo.
    e visto che dalla legge cirinnà in avanti,anche con la convivenza
    gli obblighi legali sono diventati uguali,
    (legge che porterà al crollo delle convivenze entro breve)
    sto valutando di avere dei figli in autonomia,come cr7
    e altri prima di lui.

    e la signora meloni che fa?
    una bella legge insieme con la carfagna,
    per impedirmelo:dal loro punto di vista
    un uomo NON può avere dei figli,se non ha il cappio di una donna intorno al collo:
    uno schifo repellente…..
    che era accettabile in altri tempi,con altre donne e altre leggi:
    oggi è solo schiavismo.

    ora…
    io sono sempre stato elettore fdi,ma comincio ad avere dei dubbi:

    dico,la meloni e la carfagna non sono MAI state d’accordo su niente….
    TRANNE mettere altre leggi per danneggiare gli uomini,evidentemente:
    ed è inutile che sia l’una che l’altra cerchino di tirate in ballo la tutela dei figli….
    perchè è lo STESSO ragionamento che si faceva sia per l’aborto e per il divorzio.

    ma il diritto (l’egoismo?)
    femminile ha prevalso,sia sulla vita dei feti che sulla tutela dei figli dei divorziati,
    che ora sono in abbondantissima compagnia.

    visto e considerato quanto sopra,anche io in quanto uomo voglio i MIEI diritti riproduttivi:
    quello di rifiutare figli imposti per legge
    (no all’attribuzione forzata di paternità)
    quello di paternità se la donna decide di usufruire della legge “madre segreta”
    e quello di averli in autonomia,evitandomi le rogne di una convivenza forzata
    con la madre,visto che con le leggi e le donne di oggi sta diventando impossibile.

    • Egregia Jenablindata, solo per correttezza d’informazione, perché ricordo un suo commento dove asseriva di non seguire e sopportare il gioco del calcio, quindi forse non ha capito cos’è veramente CR7. Cristiano Ronaldo ha ” fabbricato ” dei figli, a causa della sua omosessualità non dichiarata; è scappato dalla Spagna, dove c’erano innumerevoli voci al riguardo. Ricordo ancora le foto di un pugile marocchino che lo teneva, letteralmente, in braccio. I giornali spagnoli all’epoca sostenevano che, ogniqualvolta avesse del tempo libero, prendesse il suo jet privato recandosi a Casablanca, per gettarsi tra le braccia del suo amante boxer. Purtroppo gli eterosessuali come lei, che vorrebbero dei pargoli in autonomia, sono un esigua minoranza; tutti gli altri sono come Ventola ed Elton John. Le auguro una serena Pasquetta.

      • @jason17:
        ricorda bene in effetti:
        non seguo nè sopporto il calcio e tutto il teatro che gli va dietro.
        ma questo non mi impedisce di apprezzare una scelta intelligente,anche se fatta da un calciatore:
        omosessuale o meno che sia,non mi interessa.

        di fatto comunque,ha preso la stessa decisione che prevedo di prendere io che sono etero,
        e che dopo molti anni passati a cercare nelle donne d’oggi…e nelle legislazioni occidentali
        quello che non sono più capaci di dare,
        (cioè la sicurezza di non essere pugnalato alle spalle dalla donna con cui divido letto e vita)
        ho deciso di evitarmi un mare di problemi
        restando single,
        e di non morire comunque solo,ricorrendo alla gpa.

        ma non creda…
        non sono il solo:
        la clinica con cui ho già preso contatti mi ha confermato che dopo i primi anni di rodaggio,stanno avendo una forte impennata di uomini etero,
        quasi sempre ricchi o benestanti…
        e ultimamente anche di semplice classe media:
        tutta gente che si fa quattro conti e decide che
        per come stanno andando i rapporti tra uomo e donna oggi,
        ci rimettono e basta,a cercare
        una famiglia tradizionale.

        quindi che posso dire?per come la vedo io,
        l’esigua minoranza di cui parli non lo resterà ancora per molto:
        anzi…

        PS:grazie dell’augurio.
        purtroppo ho letto solo adesso…

  5. Quale coerenza della Meloni? La stessa Meloni che è entrata a far parte del gruppo Aspen, i servi di Soros? Un altra burattina da cui vi fate prendere per il sedere.

  6. Che meraviglia, vedo che all’ombra dei meloni crescono come infestanti pure le zucche (vuote).

  7. @massimo:
    ah,si?
    le donne fanno di MOLTO peggio,grazie alle leggi misandriche della nostra marcia cultura:
    abortiscono a loro esclusiva volontà,contro tutto e contro tutti,compreso il padre del bambino:
    padre che spesso è anche il marito.

    e se non ricorrono alla ivg ma comunque non lo vogliono,possono liberarsi del problema tramite la legge madre segreta:
    non gli chiedono nemmeno come si chiama,resta completamente anonima…
    e se tu che sei il padre vuoi tenerti il figlio,nemmeno questo puoi fare:
    perchè se lei non dichiara la tua paternità tu NON vieni considerato legalmente il padre,e tuo figlio viene dichiarato adottabile.

    inoltre,solo le donne possono (anche a decine di anni di distanza) promuovere una causa di attribuzione di paternità:
    e tu vieni costretto obtorto collo ad assumerti impegni che non volevi,
    non avevi preventivato e non ti aspettavi,
    tramite un esame obbligatorio del dna o se rifiuti tramite attribuzione forzata.

    e ancora,se sei sposato e scopri che tuo figlio non è tuo….
    ma di un amante,e non ti muovi a disconoscerlo in fretta
    entro un anno dalla scoperta (decisione alquanto difficile se per caso lo scopri dopo anni che lo tiri su come tuo)
    NON puoi più disconoscerlo…
    mentre le donne possono intentare causa di paternita anche a cinquanta anni di distanza.

    e ancora,con una recente sentenza,
    la magistratura ha deciso che non possiamo più nemmeno rifiutarci di avere dei figli da una donna
    (con cui ci siamo magari separati male)
    se avevamo precedentemente messo da parte degli ovuli fecondati:
    lei può fare quel che gli pare,e gli oneri sono comunque anche del padre…
    anche se sei magari divorziato da anni e ti sei fatto un’altra famiglia,
    mentre lei può SEMPRE rifiutare di farseli impiantare,sia da sposata che da divorziata.

    di fatto noi uomini NON ABBIAMO PIU’ NESSUN DIRITTO RIPRODUTTIVO,
    li ha tutti la donna.

    beh,a me non sta bene per niente.

    la costituzione dice che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge,giusto?
    bene,anche io voglio ESSERE UGUALE:
    e se non posso decidere per lei di quello che succede dentro al suo corpo,
    (quel che è giusto è giusto..)
    devo almeno avere l’ultima parola su che cosa fare con il mio seme,
    sia PRIMA che DOPO il concepimento.
    e se voglio dei figli,devo sottoscrivere una presa di responsabilità,
    di essi.
    differentemente,nisba:
    NO RAPPRESENTATION?
    NO TAXATION.

    e se la donna pretende di fare quel che le pare CONTRO la mia volontà,
    DEVE ASSUMERSENE LEI,GLI ONERI:
    non deve potermi costringere,
    se non ero ESPLICITAMENTE d’accordo.

Commenta