Roma, 10 dic – “Giù le mani dalle case degli italiani, no alla follia Ue“: Giorgia Meloni lancia l’allarme contro la direttiva Ue che vincolerebbe le vendite immobiliari e persino gli affitti ad una classe energetica alta. “Le case degli italiani nel mirino del governo Draghi e della Commissione Ue. Alla spada di Damocle della riforma del catasto voluta dall’esecutivo e che porterà inevitabilmente all’aumento delle tasse si aggiunge un’altra follia alla quale sta lavorando Bruxelles. Una bozza di direttiva europea per subordinare la possibilità di vendere e addirittura di affittare un immobile all’appartenenza ad una classe energetica alta”, spiega la leader di FdI.

Meloni: “Direttiva Ue sulle case? Presenta palesi profili di incostituzionalità”

“Un provvedimento che presenta palesi profili di incostituzionalità. E’ foriero di un ambientalismo ideologico. E che se applicato avrebbe un impatto devastante sul mercato immobiliare, sui cittadini e sulle famiglie. Fratelli d’Italia raccoglie l’allarme lanciato dalle categorie, a partire da Confedilizia. E si batterà contro questa direttiva. Giù le mani dalla casa degli italiani”, conclude la Meloni.

Ecco come la Commissione Ue può rovinare gli italiani

Secondo la direttiva allo studio della Commissione Ue, dopo il 2030, per poter vendere una casa, il proprietario potrebbe essere obbligato a renderla ecosostenibile attraverso interventi di riqualificazione energetica. La Commissione il 14 dicembre presenterà un nuovo pacchetto di misure per ridurre le emissioni. E l’idea di impedire la vendita se l’immobile non è stato riqualificato sta giustamente scatenando l’ira del settore immobiliare. E non solo.

Il no di Confedilizia e Unione nazionale consumatori

Confedilizia dal canto suo si dice assolutamente contraria all’ipotesi di legare la vendita degli immobili a determinati standard energetici. “Una misura che lederebbe i diritti dei proprietari”, sottolinea il presidente Giorgio Spaziani Testa. Altrettanto netta l’opposizione giunta dall’Unione nazionale consumatori. “Faremo le barricate contro qualunque norma che impedisca la libera vendita di una casa solo perché ha una bassa classe energetica”, annuncia in una nota.

Ludovica Colli

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Sono proprio gli italiani “pene” che hanno dato le proprie case agli altri (speculando!), e adesso chi lo ha fatto l’ aspetti… Devono essere protetti solo gli onesti !! Pochi o tanti che siano.

Commenta