Roma, 21 nov – Tutti pazzi per le sardine? A sinistra, molto a sinistra, c’è chi disapprova fortemente questa mobilitazione che in questi giorni sta cannibalizzando l’opinione pubblica. Parliamo di Marco Rizzo, il segretario del Partito comunista che ieri in un post su Facebook ha espresso il proprio dissenso sul fenomeno in modo netto:  “Il MES rischia di schiantare l’intero paese, ma tutti a dibattere sull’ittica”. Per Rizzo infatti, non nuovo alle fustigazioni degli stilemi di una certa sinistra arcobalenata, il dibattito sulle sardine è già diventato un’arma di distrazione dal pericolo incombente rappresentato dal Meccanismo europeo di stabilità.

L’intervista

Lo ha ribadito ieri ai microfoni di Radio Radio Tv, attaccando duramente il Mes: “L’Unione europea sta costruendo una cosa terribile che si chiama Mes, dove l’Italia ha già contribuito con 14miliardi di euro”, spiega. “Ora vogliono riformarlo, ma la riforma che vogliono applicare contiene il veleno perché richiede il possesso di parametri non raggiungibili nemmeno dalla Germania”, continua il segretario illustrando il funzionamento del Meccanismo: “E’ un po’ come dire: ti prepariamo un vestito nuovo, ma per avere quel vestito devi pesare 40 chili”, ma se, in second’ordine, “non ti sta quel vestito, devi dimagrire: vale a dire che ci occupiamo noi della tua politica economica, e per fare questo possiamo usare sia il debito sia i tuoi risparmi. In Italia ci sono 8.500 miliardi di risparmi”. Le conseguenze sono presto dette: “Potrebbero quindi ritardare il pagamento dei bot, tassare e stritolare i piccoli risparmiatori“, e mentre tutto questo sta per accadere “la sinistra fa da scendiletto a chi propone queste norme la destra fa finta di fare casino ma poi in realtà non fa niente”, accusa Rizzo,
“La verità è che ci troviamo in una situazione terribile ma è più facile portare l’attenzione sul gatto, sulla sardina o sullo squalo, che sono ormai diventate delle armi di distrazioni di massa”.

Cristina Gauri

4 Commenti

  1. Ma perché Salvini non assume Rizzo e Fusaro come portavoce? La loro principale occupazione consiste ormai nell’attaccare gli avversari politici del segretario della Lega.

  2. Ha ragione si! A PAROLE! L’ esperienza storica insegna che comunque l’ evoluzione/involuzione dei COMUNISTI non può, alla fine, che sfociare nel FUXIA che stiamo attualmente subendo sulla NOSTRA PELLE! Con tutti i perversi e assurdi annessi e connessi che sono, oggi, sotto gli occhi di tutti! La “sinistra” è solamente un tragico e sanguinario specchietto per le allodole! TUTT’ ora in uso e mantenuto in efficienza! ( Con i soldi delle VITTIME! n.d.r.). La VERA luce per i POPOLI è stata spietatamente STRONCATA & DEMONIZZATA! L’ opinione verso “destra” e REATO! Volere il proprio paese pulito, vivibile, prospero, indipendente, libero e sicuro è un CRIMINE! Alla “sinistra” e consentito VIVERE & PROSPERARE a spese di TUTTI gli ALTRI proprio per questo. Per essere la sbirraglia del globalismo apolide e plutocratico. D’ altronde, stiamo parlando di roba vecchia. È tutto scritto sull’ ABORRITO GRIMORIO : ” I PROTOCOLLI”.. Tradotto in ITALIANO da più di un SECOLO. Oggi, l’ IGNORANZA, (nel senso di: “non conoscere”, n.d.r.), in queste materie, OGGI, è solo una SCELTA.

  3. Non mi sorprende affatto che il fascista “Primato Nazionale” dia spazio alle affermazioni del comunista Marco Rizzo. Fusaro e Rizzo sono dei finti marxisti, che fungono da quinta colonna per la Destra nazionalista: mai una critica a Salvini (ma lui non è liberista?! La flat tax non sarebbe stato un provvedimento antipopolare?), in compenso ogni qual volta qualcuno critica il segretario della Lega i due ne sottolineano l’insufficienza ideologica.

Commenta