Il Primato Nazionale mensile in edicola

Palermo, 17 apr – Matteo Salvini  rinviato a giudizio nel caso Open Arms per sequestro di persona e rifiuto di atti di ufficio: la decisione del Gup di Palermo dopo l’udienza preliminare nell’aula bunker dell’Ucciardone. Il processo al via dal 15 settembre.



Open Arms, Salvini rinviato a giudizio

Il leader della Lega Matteo Salvini è stato rinviato a giudizio per il caso della nave della ong Open Arms: le accuse sono di sequestro di persone e rifiuto di atti di ufficio. E’ stato da poco resa nota la decisione del gup di Palermo Lorenzo Jannelli dopo l’udienza preliminare nell’aula bunker del carcere Ucciardone.  Il giudice, infatti, ha accolto la richiesta della Procura di Palermo. La prima udienza sarà il 15 settembre davanti alla seconda sezione penale del Tribunale di Palermo.

“Avanti a testa alta”

Nel frattempo, tramite social, Salvini cita l’articolo 52 della Costituzione: “La difesa della patria è sacro dovere del cittadino”. “Vado a processo per questo, per aver difeso il mio Paese?” si domanda il leader della Lega “Ci vado a testa alta, anche a nome vostro”. “Prima, l’Italia, sempre”, conclude. Ad accompagnare le sue parole un selfie dall’aula di Tribunale. Poco dopo, in conferenza stampa, Salvini ha ribadito che quello di Open Arms è un processo che ha subito una “decisione dal sapore politico” ma allo stesso tempo si dice sicuro che nel corso della controversia “emergerà la verità”.

Leoluca Orlando: “Legge rispetti diritti di tutti”

Mentre la Lega si stringe attorno al suo leader e anche Gasparri (Forza Italia) esprime solidarietà, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, prende le parti del gup del caso Open Arms: “La costituzione di parte civile della Citta’ di Palermo nel processo a Palermo per il trattamento al quale sono stati sottoposti i migranti salvati da Open Arms e’ la conferma che dobbiamo tutti rispettare la legge, e’ la conferma che la legge deve rispettare i diritti di tutti e di ciascuno, senza discriminazioni e senza favoritismi”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Da giovane siciliano (parlo degli anni ’90)vedevo i giudici come autentici eroi.La mia, allora, militanza a sinistra è stata condizionata anche dal rispetto che provavo verso di loro (mentre non sopportavo i continui attacchi loro rivolti dal centrodestra).
    Adesso mi pare lampante che perseguano finalità politiche, le accuse contro Salvini sono demenziali, in qualsiasi stato del pianeta non esiste un processo simile a questo. Da noi gli avversari politici si eliminano così. E poi parliamo dell’Egitto, della Turchia, della Russia, etc, volendogli fare lezioni di democrazia…

    • I giudici sono purtroppo diventati eroi perché gli “spacchiosi” erano totalmente degenerati nei principi e nei valori, avendo venduto prima l’ anima al diavolo a stelle e strisce quindi al mercato degli stupefacenti! La sx al nord ha fatto finta di nulla, al sud ha approfittato….

Commenta