Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 25 set – Alle regionali non tutti gli elettori toscani che si sono recati alle urne hanno messo la croce su una lista, dando la preferenza magari a un candidato alla carica di consigliere presente sulla scheda elettorale. Qualcuno ha optato addirittura per Nostro Signore. Non stiamo affatto scherzando, è quanto successo davvero a Viareggio, dove decine di schede sono state annullate perché in molti avevano votato Gesù.
Scrutatori, presidenti di seggio e rappresentanti di lista sono rimasti comprensibilmente attoniti nel momento in cui si sono trovati di fronte tutte quelle schede rese nulle così.

Il candidato era Miracolo

Per l’esattezza il nome del Redentore è stato scritto nello spazio riservato alle preferenze di Italia Viva, il partito di Matteo Renzi. Come fatto notare da Il Tirreno, che ha rivelato quanto accaduto, nella circoscrizione di Lucca – nella quale rientra Viareggio – proprio per Italia Viva era candidato alle regionali anche l’avvocato Fabrizio Miracolo (per la cronaca non è stato eletto). Dunque è possibile che gli elettori che hanno votato Gesù si siano messi d’accordo per mettere in atto una sorta di protesta ironica, o più semplicemente per dare sfogo alla propria pura e semplice ironia, giocando con il richiamo cristiano del cognome di quel candidato renziano.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

Commenta