Roma, 25 ago – “Sono fiero di essere camorrista”. E’ la frase choc che Pasquale Del Prete urlò due anni fa dal palco, durante un comizio elettorale. Adesso Del Prete è candidato alla Camera dei Deputati con la lista del Terzo Polo in Campania. L’esponente di Azione, il partito di Carlo Calenda unitosi a Italia Viva di Matteo Renzi per tentare di entrare in Parlamento, rivendicava con orgoglio la sua appartenenza all’amministrazione comunale di Frattamaggiore che nel 2001 venne sciolta per infiltrazioni della camorra.

Il candidato di Calenda e quel “fiero di essere camorrista”

E’ senz’altro possibile che la dichiarazione dell’illustre candidato del Terzo Polo sia stata una provocazione o una sorta di battuta, ma resta comunque inaccettabile. Perché a prescindere dall’esegesi al riguardo, dovrebbe quantomeno far riflettere chi si ammanta di superiorità politica rispetto agli avversari. Attualmente Del Prete è pure vicesegretario provinciale di Azione, a Napoli, forse scelto per la sua impareggiabile competenza. D’altronde la competenza contro la politica sloganistica e puerile è un po’ il mantra di Calenda, come potrebbe essere altrimenti? Sta di fatto che il video risalente a due anni che riprende Del Prete gridare quel “fiero di essere camorrista”, è stato rispolverato ora. Ed è senza alcun dubbio imbarazzante sia per Calenda che per Renzi, o almeno dovrebbe esserlo.

Insieme a Enzo del Prete ci hanno accusato di essere camorristi. Sono fiero di essere camorrista insieme ad Enzo Del Prete”, disse per l’esattezza il candidato del Terzo Polo. Come precisato da Il Giornale, tale Enzo del Prete è l’ex sindaco di Frattamaggiore, sciolta appunta per infiltrazioni della camorra. Un provvedimento peraltro confermato da una doppia sentenza: Tar e Consiglio di Stato. Dell’amministrazione che venne poi commissariata dal Prefetto, faceva parte anche Pasquale Del Prete, che in ogni caso non è stato mai indagato.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. La camorra, come la mafia, è caduta allorché é degenerata sfasciando la comunità (che pensava di proteggere), per ottenere straricchi introiti dagli stupefacenti. S.Pacillo è meglio che spieghi, non siamo più in molti a sapere queste cose.

Commenta