Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 gen – “C’è bisogno di un governo più forte, ora o mai più“. Così Matteo Renzi ha iniziato la sua arringa in Aula al Senato. Rivolgendosi al premier Giuseppe Conte, il leader di Italia Viva ha poi tuonato: “Lei parla di crisi incomprensibile, le spiego le ragioni che hanno portato la nostra esperienza al termine. Non è il governo più bello del mondo: pensiamo ci sia bisogno di un governo più forte, non pensiamo possa bastare la narrazione del ‘gli altri paesi ci copiano'”. Poi Renzi ha elencato tutte le falle del governo italiano, parlando di tre principali crisi in atto: economica, sanitaria ed educativa. “L’Italia è il Paese messo peggio di tutti nell’anno 2020. Siamo i peggiori al mondo. L’Italia ha anche il peggior rapporto tra popolazione e decessi per Covid. Ed è pure il Paese che ha mandato i propri ragazzi a scuola meno di tutti gli altri Paesi d’Europa”.



Renzi: “Ora o mai più, è il momento di decidere”

Ma l’intervento di Renzi è stato incentrato soprattutto su uno slogan, ripetuto insistentemente: “Ora o mai più”. Una sorta di ultimatum a Conte per continuare la collaborazione, dunque l’eventuale prosecuzione del rapporto di governo su basi diverse. “Siamo stati sin troppo pazienti. Questo è il momento per decidere, ora o mai più“.
Renzi ha chiesto poi, per l’ennesima volta, l’adozione del Meccanismo europeo di stabilità: “Ora o mai più per il Mes, se non investiamo su scuola e sanità saremo maledetti dai nostri figli. E vogliamo parlare anche di turismo: in tutto il mondo ci si sta preparando, noi abbiamo una mancanza di un grande investimento su questo tema”.

“Maggioranza raccogliticcia, spettacolo indecoroso”

Il leader di Italia Viva ha citato i Malavoglia per spiegare chi secondo lui sta perdendo la partita. “Noi non abbiamo perso niente, ma è l’Italia che sta perdendo una grande occasione, che è più del Piano Marshall. A lei è mancata la parte della gavetta, ma l’arte del governo è molto difficile. Non possiamo limitarci ad attribuire poltrone, come lei ha dato impressione di voler fare“, ha detto Renzi rivolgendosi a Conte.

Lei signor presidente ha governato con Matteo Salvini, poi è diventato europeista. E adesso si accinge alla terza maggioranza diversa. Ma ci risparmi la frase “l’agenda Biden è la mia agenda, dopo aver detto l’agenda Trump è la mia agenda”. Lei non può cambiare le idee per mantenere la poltrona”, ha poi incalzato Renzi.

Infine il leader di Italia Viva ha messo in dubbio la tenuta del governo senza il suo partito e ha parlato di mercato indecoroso per le poltrone. “Vediamo se arriverà a 161. Ci sono momenti in cui la maggioranza non è stata trovata.  Volete andare avanti con una maggioranza raccogliticcia? Vi auguro che sia almeno maggioranza, ma fate presto… Questo è uno spettacolo indecoroso che l’Italia non merita”.

Eugenio Palazzini

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. […] …su scuola e sanità saremo maledetti dai nostri figli. E vogliamo parlare anche di turismo: in tutto il mondo ci si sta preparando, noi abbiamo una mancanza di un grande investimento su questo tema”.“Maggioranza raccogliticcia, spettacolo……su scuola e sanità saremo maledetti dai nostri figli. E vogliamo parlare anche di turismo: in tutto il mondo ci si sta preparando, noi abbiamo una mancanza di un grande investimento su questo tema”.“Maggioranza raccogliticcia, spettacolo…Read More […]

Commenta