Il Primato Nazionale mensile in edicola

immigrati volantino PdRoma, 7 lug – Sui social network è scoppiata una nuova polemica. Galeotto fu un post del Pd che ha fatto letteralmente impazzire i suoi sostenitori ed elettori. Questo il testo: “Vorrei che ci liberassimo da una sorta di senso di colpa. Noi non abbiamo il dovere morale di accogliere in Italia tutte le persone che stanno peggio. Se ciò avvenisse sarebbe un disastro etico, politico, sociale e alla fine anche economico. Noi non abbiamo il dovere morale di accoglierli, ripetiamocelo. Ma abbiamo il dovere morale di aiutarli. E di aiutarli davvero a casa loro”. Firmato: Matteo Renzi.



Esatto, non si tratta delle parole del populista di turno da mettere alla gogna e da esporre al pubblico ludibrio. Si tratta, invece, del segretario del Partito Democratico in persona. Più in particolare, si tratta di una citazione del nuovo libro dell’ex presidente del consiglio, intitolato Avanti e di prossima pubblicazione. Insomma, qua ci sono tutti i crismi dell’ufficialità per quella che è a tutti gli effetti una decisa virata delle politiche Pd in tema di immigrazione. Dall’accoglienza a tutti i costi al tanto vituperato (da sinistra) “aiutiamoli a casa loro”.

Black Brain

Un cambio di rotta forte e che non ha mancato di mandare su tutte le furie i piddini più intransigenti. Ma come? Una sinistra “moderna” e “aperta” che fa propri gli slogan di Salvini? A quanto pare sì. Per questo motivo le pagine social del Pd sono state letteralmente bombardate da una sassaiola di insulti e da una un’ondata di indignazione tali che il partito ha dovuto provvedere alla rimozione del post. Ma ormai, come si suol dire, la frittata era fatta: il post con la citazione renziana è stato scaricato o “screenshottato” e ha fatto così il giro del web. Un autogol incredibile. Chissà se a questo punto il boy scout non stia meditando di rivedere le bozze del suo libro.

Valerio Benedetti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

Commenta