Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 gen – E’ Pietro Benassi, attuale consigliere diplomatico di Giuseppe Conte, il nuovo sottosegretario con delega ai Servizi segreti. Alla fine, come annunciato solennemente alla faccia di Renzi in Aula, il premier ha rinunciato alla delega all’intelligence. Come è noto, tra i motivi del braccio di ferro con il leader di Italia Viva c’era proprio questo delicato incarico. Conte, quando ormai Renzi era fuori dai gioco, aveva assicurato che avrebbe rinunciato, delegando un uomo di fiducia. E così è stato.



Con la nomina del sottosegretario ai Servizi si sbloccano quelle dei tre vicedirettori

Ieri il Consiglio dei ministri, dopo aver informato il Copasir, ha ufficializzato l’assegnazione della delega al diplomatico Benassi, considerato in pole position tra i papabili. Con l’assegnazione della delega ai Servizi si sblocca anche l’impasse per altre nomine di peso, i vice direttori dell’intelligence interna (Aisi), esterna (Aise) e del Dis.

Black Brain

Chi è Benassi: diplomatico di lungo corso, uomo chiave nei rapporti Italia-Germania

Vediamo chi è il nuovo sottosegretario ai Servizi. Romano, 62 anni, diplomatico di lungo corso, è stato ambasciatore a Berlino fino a giugno del 2018. Prima di essere chiamato a Palazzo Chigi da Conte come consigliere diplomatico. Uomo di strettissima fiducia del premier da oltre due anni, è stato fondamentale nei rapporti con la cancelleria tedesca. La sua lunga carriera diplomatica iniziata alla Farnesina verso la fine degli anni ’80, lo ha portato dall’Avana a Varsavia fino a Bruxelles. Ambasciatore italiano a Tunisi dal 2009 al 2013, poi a Berlino dal 2014 al 2018. Come ultimo incarico gli è stato affidato il ruolo di sherpa dei due grandi appuntamenti internazionali per l’Italia nel 2021: la presidenza del G20 e del Cop26.

Benassi dovrà occuparsi della missione segreta di Barr in Italia (su cui indaga il Copasir)

Benassi è stato anche capo di gabinetto dei ministri degli Esteri Emma Bonino e Federica Mogherini. Ora dovrà occuparsi anche del del delicato caso su cui sta indagando il Copasir e che preoccupa Conte (visto che Renzi sarà audito in merito). Si tratta della missione segreta in Italia del procuratore generale dell’amministrazione Trump William Barr per il caso Russiagate. In quell’occasione il premier mise a completa disposizione di Barr gli 007 italiani. Vicenda su cui ora si farà luce.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta