Il Primato Nazionale mensile in edicola

Grado, 15 ott – Dario Raugna, sindaco di Grado, si è nuovamente scagliato contro CasaPound, raccontando una verità di comodo, che come previsto ha avuto una risonanza mediatica importante e ha portato all’accusa a CasaPound – con la complicità del quotidiano locale “Il Piccolo” – d’esser “contro i bambini”. Ospite a PiazzaPulita su La7, Raugna, ha attaccato il movimento della tartaruga, rea d’avergli riservato un “comitato d’accoglienza” a lui poco garbato, ad una riunione con i genitori dei bambini dell’asilo di Fossalon, frazione del comune di Grado (GO) dove sarebbero dovuti essere inseriti alcuni bambini stranieri in esubero dalle scuole materne di Monfalcone, dopo la decisione del sindaco Cisint di non superare il tetto del 45% di bambini stranieri per classe.
A Raugna ha risposto il segretario nazionale di CasaPound Simone Di Stefano: “Informo Corrado Formigli e quel sindaco che a ha detto che CasaPound discrimina i bambini, che per noi le mense delle scuole pubbliche dovrebbero essere GRATUITE per TUTTI gli iscritti, perché in quelle ore i bambini sono in carico allo STATO ITALIANO”.
Sulla vicenda ha poi fatto chiarezza il responsabile provinciale di CasaPound Gorizia, Gabriel Porta: “Quanto raccontato dal sindaco Raugna a Piazza Pulita e poi riportato su “Il Piccolo” è totalmente falso, ingannevole e teso solamente a screditare il nostro movimento. Alla riunione non prendevano parte quattro militanti di CasaPound, come affermato da Raugna, con intenzioni bellicose, ma lo zio e la madre di un bambino di Fossalon, i quali avevano deciso di invitare assieme a loro un nostro militante per fargli ascoltare con le proprie orecchie quanto aveva da dire il sindaco. CasaPound non è contro i bambini ma è contro la falsità, la meschinità e le imposizioni di questo sindaco“.
Raugna non è nuovo a questi tipo di provocazioni: a settembre dello scorso anno cercò di passare come vittima quando i cittadini sostenuti da CasaPound diedero vita ad una protesta molto accesa sull’arrivo di altri 18 immigrati a Fossalon.

Omar Patti

2 Commenti

  1. Solito comunistoide rancoroso e vigliacco che attacca impunemente CP, sicuro di restare impunito, protetto nella sua invereconda parzialità da una magistratura sinistrorsa e senza pietà per i sudditi italioti……… Ma ciò che fa veramente schifo è la vomitevole linea editoriale di la 7, una infame cloaca sinistra nauseabonda in cui non esiste il contraddittorio e dove gli pseudo giornalisti del fatto o di altro sinistrume tengono ignobili tribune politiche……….nauseabonda TV.

Commenta