Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 dic – “Incomprensibile che gli italiani non sappiano ancora come passeranno il Natale“: la presidente del Senato Casellati attacca Conte. Nel mirino ovviamente il ritardo sulle restrizioni per le festività. Infatti verranno stabilite non prima di stasera, al Consiglio dei ministri. “E’ incomprensibile che gli italiani non sappiano come comportarsi. Regole anche ferree, ma certe“, punta il dito la Casellati. “Perché è inimmaginabile che ci si trovi all’ultimo momento di fronte al fatto di non potere portare un augurio ad un genitore anziano, solo e magari anche malato”, fa presente. In tal senso, è necessario “garantire ai familiari il diritto all’ultimo saluto”, che è “un atto di civiltà che non si può negare, neanche nell’emergenza”. Per farlo, basterebbe mettere in atto “le stesse precauzioni utilizzate dal personale medico negli ospedali”.



Casellati contro Conte: “A 10 mesi dall’inizio della pandemia ancora troppi ritardi e caos”

A 10 mesi dall’inizio della pandemia, troppi sono i ritardi, le indeterminatezze e le disomogeneità nella riorganizzazione sanitaria“. Questo il duro monito della seconda carica dello Stato. Ora poi, i cittadini sono gettati nell’angoscia perché non sanno come potranno festeggiare “il santo Natale, che per tradizione è la festa delle famiglie, il momento degli affetti che si riuniscono. Le famiglie non sanno ad oggi se, quando e con chi potranno viverlo“, è l’attacco della presidente del Senato.

Black Brain

“Continue opinioni virologi in contraddizione tra loro generano caos e disorientamento”

In occasione del consueto scambio di auguri con la stampa parlamentare, la Casellati denuncia la confusione che regna sovrana sul fronte della pandemia. “Le continue e martellanti opinioni di virologi e di alcuni esperti diffuse dai media, non di rado contraddittorie fra di loro, hanno ingenerato un grave disorientamento e confusione nell’opinione pubblica sulla gestione dell’emergenza sanitaria”. Ecco perché secondo la presidente del Senato “occorre ci sia una voce ufficiale del governo, che muova dall’accesso ai report del Comitato tecnico scientifico”.

Scuola e trasporti, la condanna della presidente del Senato

Più in generale, ritardi e caos nei provvedimenti “sono errori che non possiamo permetterci di ripetere”, avverte la Casellati. In particolare per quanto riguarda “la grande sfida che tutti attendiamo della distribuzione dei vaccini anti-Covid. Altri Paesi sono già operativi, mentre l’Italia ha ancora difficoltà sui vaccini anti-influenzali. In tanti settori, non solo nella sanità, l’incertezza con cui il Paese si muove è ciò che preoccupa di più i cittadini. Penso alla scuola riaperta a singhiozzo tra banchi con le rotelle e una rete di trasporti pubblici insufficienti“. Una dura critica alla gestione fallimentare dell’emergenza.

Il rischio di un disagio sociale fuori controllo

Infine, la crisi economica causata dalle restrizioni anti-coronavirus. La presidente del Senato avverte Conte che sul Recovery fund la centralità del Parlamento non potrà essere sostituita da cabine di regia o task force. In sostanza, la posizione espressa non solo dall’opposizione ma anche da Renzi, che su questo nodo sta ingaggiando un durissimo braccio di ferro con il premier (pena la crisi di governo). “Di fronte alle tante saracinesche chiuse, alle famiglie che non riescono ad arrivare alla fine del mese – conclude la Casellati – non può poi essere sottovalutato il rischio di un disagio sociale fuori controllo“. Un rischio che può essere scongiurato solo “evitando che le diseguaglianze si acuiscano ulteriormente, tutelando le fasce deboli della popolazione”. Insomma, il governo deve scongiurare che la pandemia non sfoci pure in una crisi sociale devastante.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta