Roma, 13 giu – Sul fronte dell’immigrazione è scontro senza precedenti tra Italia e Francia. “A seguito delle dichiarazioni rilasciate ieri a Parigi sulla vicenda Aquarius, il ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale, Enzo Moavero Milanesi, ha convocato questa mattina alla Farnesina l’ambasciatore di Francia in Italia“. A renderlo noto la Farnesina. L’ambasciatore Christian Masset è atteso nella sede del ministero degli Esteri dalle 10.
Al centro dello scontro l’Aquarius, la nave dell’ong Sos Mediterranée con a bordo 629 clandestini rimasta al largo della Sicilia in seguito alla chiusura dei porti decisa dal ministro dell’Interno Matteo Salvini e ieri partita alla volta del porto spagnolo di Valencia, insieme a due navi militari italiane su cui sono stati trasferiti gran parte degli immigrati.
Ebbene, ieri il governo francese ha rivolto all’Italia accuse pesantissime, con toni inaccettabili. Gabriel Attal, portavoce del partito di governo La Republique En Marche, aveva definito la scelta dell’esecutivo Lega-M5S di chiudere i porti “vomitevole“. Poi erano arrivate le parole del presidente Emmanuel Macron: “Dall’Italia cinismo e irresponsabilità”. Sempre ieri è arrivata la replica dei vicepremier Luigi Di Maio che Matteo Salvini. “Parlano proprio loro”, aveva commentato il capo politico M5s. Il leader della Lega aveva scritto su Twitter: “La Spagna ci vuole denunciare, la Francia dice che sono ‘vomitevole’. Io voglio lavorare serenamente con tutti, ma con un principio: prima gli italiani“. Poi il ministro dell’Interno in serata a Otto e mezzo ha rincarato la dose: “Il Paese più in torto con noi è la Francia che si era impegnata a prendere 9.816 persone immigrate dall’Italia. Se n’è prese 640. Faccio quindi un appello al presidente Macron, che dice che gli italiani sono brutti e cattivi e Salvini è vomitevole“.
Lo scontro, secondo fonti di Palazzo Chigi che ieri parlavano di “irritazione” del governo, avrebbe portato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a valutare anche l’annullamento dell’incontro bilaterale con Macron previsto per venerdì prossimo. “L’Italia – ha Conte – non può accettare lezioni ipocrite da Paesi che in tema di immigrazione hanno sempre preferito voltare la testa dall’altra parte“. A tutt’oggi comunque il vertice di Parigi è stato confermato.
Oggi Salvini ha lanciato nuove accuse contro Parigi: “I francesi fanno i fenomeni ma hanno respinto più di diecimila persone alle frontiere con l’Italia, tra cui moltissime donne e bambini“. “Sommessamente – prosegue il ministro dell’Interno – ricordo poi che, sul fronte Nord Africa, paghiamo tutti l’instabilità portata proprio dai francesi in Libia e a sud della Libia. L’Italia oggi è tornata centrale e ha risvegliato l’Europa, spero che tutti i Paesi diano il loro contributo per l’obiettivo comune: difesa delle frontiere esterne, difesa del Mediterraneo“.
Poi l’apertura verso una riconciliazione. “Se i francesi avranno l’umiltà di chiedere scusa, pari e patta, amici come prima e si lavora in tutte le sedi. Però insulti da parte di chi respinge e chiude i porti non ne accettiamo – ha detto Salvini, parlando ai microfoni di Rainews a margine dell’assemblea di Confesercenti – . Mi sembra che proprio in questi minuti l’ambasciatore francese sia stato convocato dal nostro ministro degli Esteri che, a nome del popolo italiano, chiede spiegazioni sugli insulti rivolti non solo al governo, ma a un popolo che è tra i primi al mondo per generosità, volontariato, solidarietà e accoglienza”.

Adolfo Spezzaferro

Commenti

commenti

4 Commenti

  1. Questi francesi hanno proprio rotto i coglioni.Si permettono di offenderci sebbene i traditori nostrani del passato gli hanno svenduto mezza Italia mentre a noi alla Fincantieri non hanno permesso di comperarsi nemmeno i loro cantieri in mano sudcoreana che erano in crisi totale.Finalmente c’è un governo che puo’ fermare questi ………………

  2. L’ Italia con il pd per me non era una “comparsa”, come scrive sopra il gentile signor Daniele, credo che “comparsa” significhi che conta poco e non è protagonista. Invece purtroppo abbiamo fatto la guerra contro di noi con un governo berlusconi supino alle richieste dell’indimenticabile napolitano e sempre da protagonisti con cinici e folli patti Renzi e c. hanno fatto entrare l’equivalente di una grande città di clandestini, fregandosene in modo criminale ed irresponsabile delle conseguenze. Constatare che il semi-sconosciuto Conte dice di essere l’avvocato degli italiani dopo anni di governanti che avrebbero fatto agitare perfino Almirante, beh insomma diamogli atto che al momento e’ comunque un po’ di speranza per aiutare il nostro Paese.
    Il tizio che è presidente della Francia è stato partorito da chissa’ quali patteggiamenti all’ultimo momento: fotogenico, sicuramente intelligente, gusti famigliari non da forza italia … lo scopo era mettere una trave per impedire alla Signora Le Pen la presidenza; il suo movimento/partito ha dei profondi ideali e una storia di alcuni mesi che commuoverebbero chiunque.

  3. ……senza l’Italia la ue, miseramente, crolla…..siamo una nazione senza la quale, l’economia europea, fallisce in meno di due secondi…sono loro che devono stare con il cappello in mano temendo l’addio ….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here