Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 6 dic – Luigi Di Maio respinge le accuse della fronda interna ai 5 Stelle e tira avanti. “Noi siamo leali, ma non possiamo votare provvedimenti su cui non siamo d’accordo“. Ospite di Circo Massimo su Radio Capital, il capo politico M5S dice la sua sull’impasse del governo giallofucsia. A partire dalle divisioni sul fondo salva Stati Ue e prescrizione. Ma risponde a chi, tra i 5 Stelle, ha pronto un documento per sfiduciarlo.
Su 320 parlamentari ce ne sono una decina spaventati quando alzo la voce“, dice. “E io non rinuncio alle nostre battaglie perché qualcuno è spaventato per il destino della legislatura. Vengano allo scoperto”. Poi Di Maio difende Di Battista, da molti sospettato di tramare per favorire la caduta del governo, suo alleato in questa fase di crisi della sua leadership, e suo successore ufficiale in caso di caduta. “È sacrosanto che nel movimento non tutti siano d’accordo con me, però trattare Alessandro come un corpo estraneo al movimento mi fa male, abbiamo costruito un pezzo di movimento insieme e se parla di togliere le concessioni a Benetton e dice che non possiamo firmare al buio un trattato internazionale come il Mes, io credo che vada sostenuto“, sostiene Di Maio. “Basta complottismi, non vogliamo far cadere il governo –  assicura il ministro degli Esteri -. Scrivono che voglio farlo cadere, tutte sciocchezze”.

Sangue di Enea Ritter

Il documento della fronda anti Di Maio

“Se i toni non cambiano, se a guidare le danze dev’essere Alessandro Di Battista e i retroscena che ci danno pronti per il voto non vengono smentiti, faremo firmare a tutti un documento per sfiduciare il capo politico“, è la posizione della fronda anti Di Maio espressa in una riunione di mercoledì sera dei 14 capigruppo M5S nelle diverse commissioni, alla Camera. Il messaggio poi, come riporta Repubblica, è stato recapitato al capo politico in una chat riservata seguita alla riunione.

Black Brain

Adolfo Spezzaferro 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta