Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 ott – I mercati premiano l’Italia dopo che l’agenzia di rating Standard&Poor’s venerdì non ci ha declassato. Lo spread è già sceso sotto i 300 punti, con il rendimento del titolo decennale italiano al 3,34%. Bene anche Piazza Affari, che guadagna il 2% trainata dai titoli delle banche.
Insomma, la tensione si è un po’ allentata anche se resta il braccio di ferro tra Italia e Unione europea sulla legge di Bilancio. Il governo gialloverde non intende cedere e tenere il deficit al 2,4% per il 2019. Bruxelles dal canto suo ha bocciato la manovra e minaccia la procedura di infrazione con le relative sanzioni.
A Palazzo Chigi, intanto, si registra qualche attrito tra Lega e M5S, con il vicepremier Matteo Salvini che si è smarcato rispetto ad alcune posizioni prese dall’altro vicepremier, Luigi Di Maio.
Draghi ha fatto tanto per l’Italia e per il sistema economico italiano. E spero che continui a fare tanto”. Così il leader della Lega ha risposto durante Non è l’Arena su La7 ad una domanda sulle critiche del capo politico del M5S al presidente della Bce. “Siamo qui da cinque mesi e c’è l’informazione, la grande finanza, la Commissione europea, tutti i potenti del mondo che ci stanno massacrando. E dunque ci sta che a qualcuno scappi la pazienza…”, ha chiarito Salvini.
“Abbiamo parlato di economia, manovra, conti pubblici. Nessuna banca sarà in difficoltà, siamo positivi e lavoriamo come Lega e Movimento 5 Stelle in sintonia per la crescita e il cambiamento del paese, come prevede il contratto di governo”, aveva assicurato il ministro dell’Interno al termine dell’incontro pomeridiano con il ministro dello Sviluppo economico a Palazzo Chigi.
La reazione positiva dei mercati di stamattina, insomma, sembrerebbe andare nella direzione di quanto auspicato dal governo gialloverde in merito alla bontà della manovra.
Tuttavia, sul blog delle Stelle, Di Maio ribadisce che l’Italia è nel mirino della speculazione. “Questi vili attacchi da tutti i fronti esterni hanno varie conseguenze e state vedendo lo spread che si alza, i commissari Ue che sono uomini di partito che ogni giorno sparano contro l’Italia, le agenzie di rating che o abbassano il rating o parlano di ‘outlook negativo’ perché alla fine tutti sanno benissimo che i fondamentali dell’Italia sono solidissimi e che non abbiamo alcuna intenzione di uscire dall’euro”.
Staremo a vedere se il trend dei mercati sta davvero cambiando in meglio.
Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. Salvini che fiction ha visto su Draghi?? Era a colori o in bianco e nero?E’ noto che Draghi nel 2002 è stato nominato Vice Chairman e Managing Director di Goldman Sachs International.Questa è una delle principali società multate centinaia di milioni di $ per la produzione di..titoli tossici; titoli truffa che non valevano niente sin dall’ inizio ma che avevano ottimi rating dalle società di rating tutte private!!.E questi titoli hanno rovinato milioni di famiglie nel mondo!!
    Nel 1992 Draghi sali’ sul panfilo Britannia dove si decise la svendita del paese ai banchieri stranieri; le chiamarono privatizzazioni e lo stato fu’ svuotato dei suoi beni industriali, banche pubbliche e bankitalia comprese.Dopo al ministero del tesoro fece derivati per miliardi di euro con la scusa che servivano per assicurare il debito pubblico italiano (che era strapagabile!!) e quando arrivo’ Monti furono subito pagati 2,5 miliardi di euro a una banca d’affari come compenso sui derivati.Oggi Draghi è capo della BCE che è privata e che stampa soldi a costo zero ma guarda caso per statuto gli dà solo alle banche e non agli stati arricchendole della differenza tra il tasso quasi zero che paghano e gli interessi sui bot.
    Si vede che Salvini non ha voluto mettrsi contro i poteri forti stranieri e che quindi ha dovuto dire che Draghi ha fatto il bene dell’ Italia; se cosi’ non fosse c’è da preoccuparsi di Salvini al governo

  2. da ; libreidee.org
    tratto da articolo di Carpeoro dal titolo: S&P, l’America è con l’Italia (cioè contro Draghi)
    “…Soprattutto, vorrei contestare ufficialmente, a Draghi, di essere un bugiardo. Se rivelo pubblicamente la sua identità massonica, è perché lui stesso è venuto meno alle regole della massoneria. Tutti quelli che stanno facendo questa operazione sono dei bugiardi: lo spread non può incidere sui risparmi degli italiani, che sono in euro, e l’euro non si è mai svalutato in vita sua. Quindi la smettano, di mentire. Quella sullo spread è una manipolazione, anche mediatica. Con Berlusconi gli era pure andata bene. Allora la cosiddetta opinione pubblica si allarmò molto. Questa volta lo spauracchio dello spread farà presa quasi solo nell’elettorato del Pd?”…

Commenta