Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 gen – E’ il più grande organo di rappresentanza degli studenti medi d’Italia. La Consulta Provinciale degli Studenti di Roma rappresenta oltre 180 mila alunni degli istituti della Capitale e della provincia. Dopo anni di dominio della sinistra, le elezioni che si terranno oggi e domani potrebbero portare ad una svolta epocale: ad aggiudicarsi la presidenza potrebbe essere il Blocco Studentesco, il movimento studentesco di CasaPound.
Presente nelle scuole di tutta Italia da oltre 12 anni, il Blocco Studentesco spesso è risultato essere il primo movimento studentesco per numero di eletti nelle scuole di Roma superando spesso il 30% della rappresentanza, non riuscendo però mai a conquistare la presidenza, che dal 2009 è saldamente in mano alla sinistra, con l’alleanza di Uds (Cgil) e collettivi. Nel 2007-2008 il Blocco conquistò invece la vicepresidenza nell’ambito di una alleanza con l’allora Azione Studentesca, movimento giovanile di Alleanza Nazionale.
Adesso però le cose potrebbero cambiare. La politica studentesca, a sinistra come nella destra moderata sembra aver perso appeal, mentre nei giovani vicini a CasaPound, come testimoniano tra l’altro numerosi sondaggi, l’interesse per la politica è più vivo che mai. Quel quasi 5% di diciottenni che all’Espresso hanno dichiarato di essere pronti a votare per la tartaruga frecciata, descrive perfettamente il successo e il lavoro del Blocco Studentesco nelle scuole.
Le immagini di questa mattina raccontano il corteo spontaneo del Blocco Studentesco in marcia verso il teatro dove oggi e domani si terranno le elezioni, a Roma nel quartiere San Giovanni. Una gioventù che all’apatia dominante e al buonismo ha deciso di opporsi, portando saldamente in testa il tricolore.





Davide Romano

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

Commenta