Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 ott – Mascherina obbligatoria all’aperto anche quando si fa attività motoria. Il cortocircuito del governo giallofucsia alle prese con le nuove restrizioni anti-coronavirus ancora una volta si abbatte sull’opinione pubblica (complici le fughe di notizie ad arte). Tanto che alla fine il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese è dovuta intervenire per chiarire – si fa per dire: mascherina no se si corre, sì se si passeggia (laddove la passeggiata è intesa come attività motoria).

La circolare del Viminale ai prefetti

Da quando siamo in emergenza sanitaria (anche adesso che l’emergenza non c’è, visto l’esiguo numero di sintomatici e di ricoveri tra gli attuali positivi), il governo Conte ci ha abituati purtroppo a norme assurde, contraddittorie, a smentite e dietrofront. E non possiamo escludere che le fughe di notizie siano state fatte apposta per testare la reazione dei cittadini. Questo spiegherebbe le smentite e i dietrofront su talune misure. In ogni caso, stavolta è una circolare del capo di gabinetto del Viminale Bruno Frattasi inviata ai prefetti, sull’obbligo della mascherina anche durante l’attività motoria, a scatenare la polemica. La circolare dice appunto che è esente dall’obbligo della mascherina all’aperto solo chi fa sport mentre chi svolge “attività motoria” – come per l’appunto passeggiare – dovrà indossarla. Questo quando nelle bozze circolate nei giorni scorsi era scritto che dall’obbligo di usare la mascherina erano esentati “i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria”. Poi però nel testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’esenzione è rimasta solo per chi fa attività sportiva.

Lamorgese: “Si potrà continuare a correre senza mascherina”

Sui social si scatena la reazione ironica dei cittadini che spesso però esprimono ragionevoli dubbi, magari in merito alla camminata veloce: si rischia la multa, senza mascherina? Di certo la dicitura “attività motoria” non aiuta a capire meglio. Alla fine interviene la Lamorgese che dice: “Con riferimento all’obbligo di indossare la mascherina nel corso dello svolgimento di attività motoria, il ministero dell’Interno precisa che, per tale attività, deve intendersi la mera passeggiata e non la corsa, anche quella svolta con finalità amatoriali, in quanto riconducibile ad attività sportiva. Quindi jogging e footing potranno continuare a svolgersi senza obbligo di mascherina“.

Adolfo Spezzaferro

Commenta