Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 set – La morte di Willy Monteiro scatena anche lo scontro politico, con la sinistra che cerca di accollare la tragedia a un presunto “odio che viene dalla destra”, attacco respinto con forza da Fratelli d’Italia. A strumentalizzare ignobilmente i fatti di Colleferro è Alessia Morani, sottosegretario Pd al ministero dello Sviluppo economico, secondo la quale “l’omicidio di Willy Monteiro a Colleferro ‘è il frutto avvelenato di tutto quell’odio’ che viene dalla destra. Il problema non sono solo i delinquenti che per 20 minuti hanno massacrato di botte Willy Monteiro avendo cura di spegnere i lampioni per agire con l’oscurità come solo i vigliacchi sanno fare, ma è il contesto culturale in cui quei delinquenti proliferano. La famiglia dice ‘in fin dei conti cos’hanno fatto? Era solo un extracomunitario'”. A leggere il post della Morani su Facebook, emerge chiaramente che la piddina ha fatto sua la versione dei fatti di Repubblica, visto che parla di 20 minuti di botte, una cosa assolutamente non credibile, che non si vede neanche nei film d’azione. Ma il sottosegretario Pd cita anche le parole che qualcuno – sempre a Repubblica – avrebbe sentito pronunciare contro le origini della vittima. Fatto non confermato ovviamente da nessuno. Come se non bastasse, la Morani tira in ballo “quella destra italiana che da anni fa solo propaganda di odio nei confronti degli immigrati che denunciamo da troppo tempo inascoltati”.

Meloni: “Vergogna. Prima preoccupazione di questi finti buonisti è puntare dito contro di noi”

Immediata la reazione della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: “Ci provano in tutti i modi ad attribuirci i terribili fatti accaduti a Willy Monteiro – sottolinea -. Sfruttano la storia di questo coraggioso ragazzo di 21 anni, ammazzato senza motivo da quattro bestie schifose, per poterci attaccare. Per poter dire ‘è colpa della destra’ quando, per primi, abbiamo denunciato l’accaduto e chiesto una condanna esemplare per i criminali”. La Meloni punta il dito contro la sinistra: “Provo un profondo senso di vergogna per loro. I genitori di Willy non rivedranno più il loro figlio. E la prima preoccupazione di questi finti buonisti è puntare il dito contro di noi, invece di unire le forze per non permettere che si verifichino più tragedie come questa e chiedere giustizia. Sono delusa, arrabbiata, sono preoccupata per questa Italia che si è ridotta a essere rappresentata da gente così mediocre e bugiarda. Non è questa la politica che meritano gli italiani”.

L’ira di FdI: “La Morani si dimetta immediatamente”

Sempre da FdI arriva la condanna del capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida: “Alessia Morani si vergogni e si dimetta immediatamente da sottosegretario della Repubblica. E’ intollerabile che un rappresentante delle istituzioni utilizzi strumentalmente una tragedia come quella avvenuta a Colleferro accostando indebitamente i carnefici del povero Willy ai propri avversari politici. Da tempo denunciamo lo squallido tentativo messo in atto dalla sinistra di screditare la destra attraverso una ignobile macchina di fango e falsità”, è l’attacco di Lollobrigida.

Alessia Morani ogni volta che apre bocca perde ottima occasione per tacere“, chiosa Andrea Delmastro, capogruppo FdI in commissione Esteri alla Camera. “Questa volta si dedica allo sciacallaggio politico sulla pelle del povero Willy Monteiro, ucciso, anzi trucidato violentemente da delinquenti comuni. E addebita la colpa alla destra italiana. Proprio non riesce a fare a meno di girare sempre il gran premio dello sciacallaggio conquistando le prime fila”, attacca Delmastro.

Adolfo Spezzaferro

Commenta