Roma, 6 set – Mosca spinge sulla politica del gas in un modo decisamente accelerato rispetto ai mesi scorsi, e le dichiarazioni ufficiali, come questa ripostata dall’Ansa, lo dimostrano.

Mosca: “Non potrete fare a meno del nostro gas fino al 2027”

Le dichiarazioni di Mosca sul gas ormai sono dirette e senza freni. E ci indicano la situazione in modo crudo, ovviamente provando a portare acqua verso il mulino del Cremlino. Ma poco cambia, perché i calcoli sono semplici. L’avviso suona più o meno così: se volete rifornirvi da altri, liberissimi. Ma sappiate che ci vorrà tempo. Molto tempo, stando alle comunicazioni ufficiali. Un tempo che si tradurrebbe in circa 5 anni.

Le parole del ministro dell’Energia russo

Secondo il ministro dell’Energia russo Nikolay Shulginov, intervistato dalla Tass, durante l’Eastern Economic Forum, è molto probabile che l’Europa non potrà liberarsi della dipendenza di gas da Mosca “almeno fino al 2027”. Shulginov aggiunge poi che “l’Europa non può fare affidamento su nessuno tranne che sugli Stati Uniti, che stanno aumentando la produzione di gas naturale liquefatto”. Il ministro prosegue così: “Penso che il prossimo inverno dimostrerà quanto sia reale o meno la loro fiducia nella possibilità di rifiutare il gas russo. Farlo porterà all’arresto della loro industria e della loro produzione di energia elettrica tramite gas. Sarà una vita totalmente nuova per gli europei: assolutamente insostenibile per loro”.

Dmitri Peskov, nel frattempo, insiste nel puntare sulle sanzioni come “causa di malfunzionamento dei gasdotti”. Così parla il portavoce del Cremlino: “Non possiamo dire come saranno condotte le riparazioni poiché le sanzioni le impediscono. Gazprom ha ripetutamente confermato la sua affidabilità come garante della sicurezza energetica del continente europeo, ma le sanzioni imposte dall’UE, dal Regno Unito, Stati Uniti e Canada hanno praticamente rotto il sistema di manutenzione tecnica dei componenti delle turbine che garantiva il pompaggio”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta