Roma, 31 mag – Luca Marsella è consigliere di CasaPound presso il X Municipio di Roma (quello di Ostia e del litorale romano), dopo essere stato eletto lo scorso novembre con un clamoroso 9%. Marsella, in questi primi mesi del suo mandato, si è distinto spesso per azioni choc, come quando ha fatto occupare l’aula consiliare da famiglie in emergenza abitativa, o come quando, più recentemente, ha rimosso dal Consiglio la foto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a seguito del blocco del governo giallo-verde. Il gesto non è passato inosservato e, anzi, è diventato virale, tanto da essere emulato da molti rappresentanti leghisti in tutta Italia. Ad ogni modo, il capogruppo del Pd ha chiesto ai consiglieri del X municipio (governato dai Cinque Stelle) di sospendere Marsella per tre sedute del Consiglio.
Questa mattina la proposta è stata presentata formalmente in aula. La richiesta è stata appoggiata anche dal discusso parroco Franco De Donno, che si è avventurato in improbabili discettazioni su dittatura e autoritarismo. De Donno, tuttavia, non è riuscito a concludere le sue elucubrazioni a causa delle vive proteste del pubblico, che hanno portato alla sospensione della seduta e al ritiro dei capigruppo per deliberare. Al termine della riunione, però, la presidente del Consiglio Di Pillo (M5S) ha deciso di non procedere alla votazione, scongiurando di fatto la sospensione di Marsella. In ogni caso, durante la riunione aveva espresso parere favorevole alla sospensione del consigliere di CasaPound tutta l’opposizione, tra cui anche Forza Italia, con l’unica eccezione di Fratelli d’Italia, che si è però limitata alla sola astensione.
Il Pd ha fatto una figuraccia – ha dichiarato Marsella – e applaudo il M5S che ha avuto il coraggio di non cedere al politicamente corretto applicando la censura al sottoscritto per un atto sicuramente forte ma simbolico. Mi spiace soltanto che il Pd anche oggi abbia fatto perdere tempo perché ci sono tantissimi problemi del territorio di cui discutere che è il motivo per cui siamo stati eletti. Non stupiscono – ha concluso Marsella – le posizioni di Forza Italia e Fratelli d’Italia”.
Valerio Benedetti

Commenta