Il Primato Nazionale mensile in edicola

Palermo, 15 ago – Open Arms arriva in acque italiane e non poteva mancare un nuovo commento del sindaco di Palermo Leoluca Orlando che già ieri era intervenuto su Twitter per difendere la Ong spagnola.

Orlando, la lunga lotta a Salvini

Orlando come è noto conduce una lotta senza sosta contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini, rifiutandosi ad esempio di applicare le norme statuite dal decreto sicurezza in materia di immigrazione e mettendo continuamente in discussione le decisioni del governo italiano relativamente agli sbarchi delle navi delle Ong. Alla notizia della sospensione, da parte del Tar del Lazio, della del divieto di ingresso in acque italiane della nave di Open Arms per agevolare il soccorso dei migranti, Orlando ha rilasciato una nuova dichiarazione.

“Decisioni Salvini illegali”

“Il provvedimento del Tar che sospende il divieto di sbarco dei naufraghi salvati dalla Open Arms conferma due cose”  dichiara il primo cittadino di Palermo. “La prima è che le decisioni del Ministro Salvini sono oltre che palesemente disumane, del tutto illegali. La seconda è che per fortuna i principi e la concreta applicazione della nostra Costituzione garantiscono ancora un quadro di diritti fondamentali che i continui attacchi allo Stato di Diritto non sono riusciti ad intaccare”.

Quando accusò Salvini di genocidio

L’ossessione di Orlando per Salvini arriva a tali livelli che ad aprile, a margine di una conferenza tenutasi a Palermo in onore della Ong Mediterranea Saving Humans, il primo cittadino di Palermo arrivò a definire il ministro dell’Interno come complice nientemeno che di un genocidio: “Quello che abbiamo visto è la conferma di un genocidio volontario, determinato dal comportamento del ministro dell’Interno”.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Ma chi lo vota?… Ma chi lo elegge, questo farabutto???… Questo nemico dell’ Italia?… Possibile che possa dire ciò che dice?… Possibile che esistano “esseri” disposti a stendere tappeti rossi ai piedi dei nemici invasori e sovvertitori del nostro modo di vivere e dei nostri valori?… La parte politica in cui tale farabutto milita, condannava a morte, senza tanti complimenti, coloro che, nella loro mostruosa visione, definivano: ” collaborazionisti del Tedesco invasore”! Bene, in un’ ottica molto meno distorta della loro, che definivano “invasore” colui che era ALLEATO, e che combatteva anche per noi, e, tante volte, al posto nostro, il leoluca et similia sono collaborazionisti dei rifiuti dei paesi – cesso invasori. La pena per simile reato, in tempo di guerra, (e, piaccia o no, noi siamo in guerra!), dovrebbe essere la morte.

  2. Illegali ? SALVINI è il ministro degli Interni VOTATO dagli ITALIANI !
    tu chi cazzo sei ? T’hanno votato i Riina o i Badalamenti , o i Messina Denaro ?

    Ueh africa ,rispetta la democrazia e i NS VOTI !!!!!!!!

    Coglione , non si può travasare una damigiana in una bottiglia ! che squole hai frequentato ? le stesse di papa badoglio , bocciato all’esame di teologia ?

  3. Il paese è pieno di nullità assolute che cercano un po’ di visibilità andando contro gli interessi del popolo italiano.Fanno il gioco delle elites straniere occulte che si sono comperati il paese e che vogliono toglierci ogni identità famigliare, religiosa , nazionale e perfino sessuale

Commenta