Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 apr – I soldi pubblici ormai non ci sono più e i comuni non riescono a sopperire a tutte le spese che si ritrovano. E’ un leitmotiv che da qualche anno ormai chiunque conosce bene. Eppure a Ostia di soldi ne giravano eccome, ad esempio per i progetti della Caritas legati al sostegno degli immigrati. Per la precisione 350 mila euro all’anno, circa 1000 euro al giorno, ottenuti grazie a una assegnazione diretta. A scoprirlo è stato Luca Marsella, consigliere di CasaPound al Municipio di Ostia, che ha avuto accesso agli atti. Il comune di Roma in pratica devolveva queste ingenti somme dal 2013 ad oggi, prima con l’amministrazione municipale di centrodestra poi con quella di centrosinistra (sciolta per mafia).
Alla cooperativa “Roma solidarietà”, direttamente legata alla Caritas, sono stati quindi sborsati centinaia di migliaia di euro per la gestione delle mense in favore di soggetti in condizioni di disagio. Il problema però è che questi soggetti nella maggior parte dei casi erano rom e immigrati. “Ma quanti pasti – chiede Marsella – venivano effettivamente elargiti?”. A riguardo, precisa il consigliere di CasaPound, “non c’è alcuna documentazione a riguardo, così come non è dato sapere se i 23 mila euro assegnati alla cooperativa CRS (sempre Caritas) per un progetto di elioterapia per anziani, siano stati realmente impiegati a tal fine”. Il responsabile della Caritas di Ostia è l’ex parroco, nonché attuale consigliere di Municipio, Franco De Donno. Da sempre particolarmente sensibile all’accoglienza degli immigrati.
Curiosamente poi a firmare alcuni di questi finanziamenti è stato Angelo Scozzafava, dirigente capitolino arrestato il 5 giugno del 2015 con l’accusa di turbativa d’asta nella procedura d’accoglienza di 580 persone dal 1° settembre al 31 dicembre 2014 e nella gara Cup. “Parliamo del 2013 e a elargire fondi alla Caritas di Ostia era il centrodestra – spiega Marsella – ma i finanziamenti sono continuati sia durante l’amministrazione di centrosinistra che durante il commissariamento per mafia. Solo con la nuova giunta e con il 9% e l’ingresso di CasaPound in aula i finanziamenti sono stati (al momento) interrotti”. Insomma è bastato un consigliere di CasaPound per smascherare i meccanismi messi in atto dalla vecchia politica, ponendo fino a strani giri di soldi.
Alessandro Della Guglia
 

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Grande Marsella, così si difende l’interesse del Popolo Italiano e di coloro che fra’ noi sono in difficoltà 100 1000 100000 Marsella w CPI!

  2. Rom ed immigrati la feccia del mondo questa sarebbe la Caritas che invece di aiutare i poveri veri dà aiuto ad immigrati finti poveri ed a schifosi zingari che hanno super auto oro al collo megaruloutte e stuprano rubano sfruttano i minori non vogliono lavorare bella Italia complimenti ai cani rossi ed ai preti basta italiani è ora di finirla con queste vere ingiustizie che penso che lo stesso Dio si stia incazzando fuori dalla nostra nazione immigrati zingari preti e cooperative rosse bastaaaaaa.

Commenta