Roma, 28 mag – La scelta del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di bloccare la formazione del nuovo governo con il veto a Paolo Savona al ministero dell’Economia ha suscitato le ire di molti amministratori locali. Tra loro si è levata anche la protesta di Luca Marsella, consigliere di CasaPound a Ostia, che ha voluto compiere un atto simbolico.
“Ho tolto dall’aula del X Municipio di Roma il quadro con la foto di Mattarella”, scrive su facebook il consigliere Marsella. “La foto di un Presidente della Repubblica – continua Marsella – che invece di difendere gli italiani obbedisce ad ordini di Bruxelles e poteri forti non può stare in un’aula istituzionale che è espressione della sovranità del popolo, tanto vale metterci la foto della Merkel. C’era una volontà popolare che è stata sovrastata da Mattarella e mi auguro che il Parlamento abbia il coraggio di metterlo sotto stato d’accusa”.
Marsella non è nuovo a gesti simbolici, volti a sensibilizzare l’opinione pubblica su temi forti. Da tempo, infatti, la sua attività in consiglio è volta a battersi affinché il municipio si occupi di temi cari alla popolazione. Solo pochi giorni fa aveva tolto dall’aula la bandiera arcobaleno, affissa dal Consiglio per far sentire la vicinanza a chi è vittima di discriminazioni.
Anna Pedri

3 Commenti

  1. Bravo, queste pseudo istituzioni del cavolo,in realtà una casta parassita e indegna,hanno rotto il cazzo e mattarello è un grigio e inadeguato burocrate nullafacente. Gettateli nell’immondizia questi inutili orpelli.

  2. L’unica vera Repubblica è stata la REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA il cui Capo è stato il più Grande Statista che abbiamo avuto ! Saluto al DUCE ! Duce Unico Capo Eterno ! W I D S !

Commenta