Matera, 10 ago – Matteo Salvini non ha tempo da perdere. Lanciato nella sua campagna elettorale anticipata – “estate italiana tour” – dai centri e dalle spiagge della Basilicata ribadisce l’urgenza di votare la mozione di sfiducia a Giuseppe Conte: “Mi aspetto che il Parlamento si esprima il prima possibile e non dopo Ferragosto. Bisogna avere presto un governo che faccia la manovra”. I leghisti sono già tutti sugli attenti, dopo l’sms del segretario del Carroccio: “Lunedì alle 18 tutti a Roma”. L’obiettivo sono sempre le elezioni in autunno, possibilmente entro la metà di ottobre per massimizzare i consensi e l’impatto di questa campagna elettorale d’agosto dove Salvini è partito in anticipo su tutti.

Il terrore dell’inciucio Di Maio- Renzi

La paura del ministro dell’Interno è il possibile inciucio Di Maio-Renzi, un accordo tra i parlamentari dei due schieramenti (quelli con minore possibilità di rielezione tra i vari schieramenti politici) che punti almeno allo spostamento nella primavera 2020 delle elezioni. Ma a smentire la possibilità di un accordo tra renziani e grillini ci pensa lo stesso Matteo Renzi: “Io non faccio accordicchi segreti, io parlo con interviste, con interventi, con post. Capitan Fracassa ha paura: paura di me, ma soprattutto paura di noi. E fa bene a essere impaurito perché l’Italia civile è più forte del suo odio e della sua macchina da propaganda rimasta senza soldi”.

Luigi Di Maio: “Crisi di governo assurda”

Nel frattempo l’alleato tradito, Luigi Di Maio, continua a lanciare strali contro Salvini su Facebook: “È una crisi di governo assurda”, dice il capo politico 5 Stelle, “voluta dalla Lega che ha passato il tempo a controllare il numero dei sondaggi. Così, hanno fatto cadere il primo Governo vicino al popolo dopo decenni di sanguisughe, portandoci a votare in autunno. La Lega ha buttato giù l’unico Governo che in un anno ha resistito a lobbies e poteri forti. Che ha approvato la legge anticorruzione più punitiva d’Europa e ha iniziato ad aiutare pensionati, poveri e precari. Ma la superbia non ha mai portato lontano nessuno”, è la profezia di “Giggino”.

Salvini risponde ai tedeschi

Nel frattempo Il segretario leghista ha trovato anche il tempo per rispondere agli attacchi ricevuti dall’estero, in particolare dalla Germania: “Il tg del primo canale pubblico tedesco sostiene che “Salvini premier sarebbe da pelle d’oca“. In Europa si devono rassegnare: l’Italia ha rialzato la testa e vuole decidere liberamente del proprio futuro. Non siamo più negli anni Trenta, nel nostro Paese non ci sono Hitler all’orizzonte e chi governa in Italia lo decidono gli italiani!”.

Davide Di Stefano

2 Commenti

  1. Sinceramente non sarei cosi’ sicuro a proposito di quanto si aspetta Salvini, cioè elezioni ad ottobre.
    Il clan mattarella, cottarella, paparella … potrebbero prepararci un governo tecnico e con qualche scusa raccogliere il consenso di pd, buona parte di sforza italia, parte dei 5s e qualche altro “volenteroso” cosi a votare non si va e loro eleggono pure il nuovo presidente della repubblica. Oppure si va a votare e vincono ma non stravincono Salvini / Meloni: il circo mediatico con i suoi poteri di persuasione si intensificherebbe, borsa e spread e compagnia pure e i prodi figli di prodi apparirebbero come i salvatori (non della Patria ma degli interessi della ue).
    Visto che è andata ormai tanti auguri, pero’ rompere sulla tav … mah, è una “grande opera” è vero ma è anche un ennesimo simbolo della cancellazione dei confini, delle ragioni di merci trasnazionali da trasportare, forse ormai era da fare davvero perchè costava di piu’ annullare i contratti; l’occasione di rottura poteva forse essere il voto determinante dei 5s alla signora Rottermeier al parlamento ue.
    Inoltre dispiace vedere che ieri l’azione dei Benetton -Atlantia-, in una seduta di borsa molto negativa, ha brillato ed ha guadagnato non poco perchè la famosa revoca della concessione è finita in cantina per chissa’ quanto…

Commenta