Il Primato Nazionale mensile in edicola

Trapani, 21 ago – Sale la tensione in Sicilia dove anche i sindaci dem si ribellano al governo giallofucsia per i continui sbarchi di clandestini e per le navi quarantena con a bordo immigrati contagiati. E’ il caso di Trapani, dove il sindaco Pd Giacomo Tranchida ha negato lo sbarco alla nave di quarantena “Aurelia”, che ha fatto rotta per Augusta, in provincia di Siracusa. E per il leader della Lega Matteo Salvini la decisione di “dirottare” la nave dall’altra parte dell’isola è una ritorsione, visto che ad Augusta c’è il sindaco grillino.

L’ordinanza anti-sbarco del sindaco dem

Questi i fatti. L’imbarcazione della compagnia Snav partita da Lampedusa con 273 migranti a bordo, tra cui anche una ventina di positivi al coronavirus, ieri mattina era giunta a Trapani posizionandosi a largo del litorale nord della città e suscitando la dura reazione del sindaco, che aveva emesso un’ordinanza per vietare lo sbarco degli immigrati e del personale dell’equipaggio. La nave, infatti, che in origine doveva approdare al porto di Corigliano Calabro, sullo Ionio, era stata successivamente spedita verso la cittadina siciliana, dove già si trova un’altra nave quarantena, la “Azzurra”. Una scelta duramente criticata da Tranchida, che appresa ieri sera “per le vie brevi” la notizia dello spostamento di nave Aurelia ha disposto la revoca dell’ordinanza di divieto di sbarco emessa precedentemente, denunciando, però, la “maldestra gestione romana” della vicenda.

“Perché nave destinata a Corigliano Calabro dirottata a Trapani?”

Agli atti del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, la verità sulla maldestra gestione romana della nave Aurelia. Mi auguro che tale scivolone ne eviti altri per il futuro. Per me l’argomento è chiuso e preferirei utilizzare il mio tempo per occuparmi dei problemi della città di Trapani, sperando che altri non ne provochino ulteriori invece di aiutare a risolvere quelli decennali esistenti”, scrive su Facebook Tranchida. Il sindaco dem punta il dito contro il governo: “Bisognerebbe capire meglio anche e perché la nave Aurelia destinata a Corigliano Calabro invece sia stata dirottata su Trapani, sommandosi ad altra nave già presente e per motivi analoghi in rada. Bisognerebbe capire anche perché la scelta di raddoppiare navi quarantena sul porto turistico di Trapani sia stata ispirata da motivi di sicurezza opportunamente e debitamente pianificati e non abbia più opportunamente fatto mente locale su altri porti siciliani”.

Salvini: “Nave ad Augusta? Punizione per la mancata alleanza del M5S con il Pd”

La vicenda offre spunto al leader della Lega per attaccare i giallofucsia: “La nave quarantena si sposta da Trapani ad Augusta. Per non creare problemi interni al Pd, visto che il sindaco dem di Trapani ha negato lo sbarco, il Viminale obbedisce al partito di Zingaretti e manda gli immigrati a rischio Covid in un comune grillino. E’ una punizione per la mancata alleanza del M5S con il Pd alle Regionali, soprattutto nelle Marche e in Puglia. E a pagare ora sono i siciliani”, afferma Salvini.

Lampedusa al collasso, sindaco: “Pronti a proteste clamorose”

Ancora peggiore invece la situazione a Lampedusa, con l’hotspot al collasso per i continui sbarchi di clandestini. “L’ultimo aggiornamento parla di poco meno di 1.500 ospiti, una condizione insostenibile, un dato sconvolgente“, riporta il sindaco dem Totò Martello che avverte il premier Giuseppe Conte: “O provvedono a svuotare l’hotspot o ci penseremo noi“. Il primo cittadino si dice pronto a “proteste clamorose” nel caso in cui non arrivino risposte da Roma.

Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. La nave è stata dirotta lì perché al porto c’è la statua di Garibaldi (scultore Leonardo C.)… Tra il serio ed il faceto, un caro saluto ai trapanesi. Forza!

Commenta