Il Primato Nazionale mensile in edicola

Washington, 11 gen – I democratici vogliono la testa di Donald Trump, con la speaker della Camera Nancy Pelosi che lancia l’ultimatum: o rimozione con il XXV Emendamento o impeachment. Il vicepresidente Mike Pence ha 24 ore di tempo per ricorrere alla Costituzione e rimuovere il presidente uscente in quanto “incapace di eseguire i suoi obblighi” oppure la Camera dei rappresentanti procederà con l’iter dell’impeachment. Insomma, a soli 9 giorni dall’insediamento alla Casa Bianca di Joe Biden, i dem vogliono tagliare fuori dalla politica Trump, ritenuto responsabile per l’assalto al Congresso di mercoledì scorso.



Pelosi: “Trump minaccia imminente per Costituzione e democrazia”

Per la prima volta la presidente della Camera è stata totalmente esplicita, dando 24 ore di tempo a Pence prima di avviare l’impeachment. Trump pertanto rischia di essere il primo presidente Usa a essere messo sotto accusa due volte. “Nel proteggere la nostra Costituzione e la nostra democrazia, agiremo con urgenza, perché questo presidente rappresenta una minaccia imminente per entrambi”, afferma convinta la Pelosi. “Man mano che passano i giorni – rincara la dose – l’orrore dell’attacco in corso alla nostra democrazia perpetrato da questo presidente si è intensificato e con esso la necessità immediata di agire”.

Black Brain

Pence ha 24 ore per ricorrere al XXV Emendamento o sarà impeachment

Pence è alle strette ma per poter ricorrere al XXV Emendamento dovrebbe contare sull’appoggio della metà del suo governo, ipotesi davvero poco probabile. Ecco perché la Pelosi ha pronto il piano B: “Chiediamo al vicepresidente che risponda in 24 ore, dopodiché procederemo per presentare la richiesta di un processo politico nel plenum della Camera“. Questo l’iter: l’Aula sarà chiamata a votare una risoluzione che impegna Pence e il gabinetto a invocare il XXV Emendamento. Se la risoluzione non passerà immediatamente all’unanimità, come appare scontato, il provvedimento sarà sottoposto al voto domani. E scatterà la richiesta di impeachment.

Con l’impeachment Trump non potrà più ricoprire incarichi pubblici

In un’intervista a 60 Minutes, il contenitore domenicale della Cbs, la Pelosi ha invocato il ricorso al XXV Emendamento “perché così ci si può liberare” di Trump. Ma, ha spiegato, “una delle motivazioni che spingono le persone ad invocare l’impeachment” è quella di evitare che il presidente uscente ricopra nuovamente un incarico. “C’è un massiccio sostegno nel Congresso alla seconda procedura di impeachment del presidente”. Una mossa per compromettere il futuro politico del tycoon, che in questi giorni ha più volte detto ai suoi che “la battaglia è appena iniziata”. Con l’impeachment – anche se a tutt’oggi nessun presidente è ancora stato rimosso dall’incarico attraverso questa procedura – il tycoon non potrà più ricoprire incarichi pubblici. E la Pelosi conta sul fatto che Trump mai si dimetterebbe di sua spontanea volontà, incappando quindi nell’impeachment.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

Commenta