Il Primato Nazionale mensile in edicola

In attesa che la quarantena a cui ci costringe la pandemia da coronavirus si concluda, può essere un piacevole svago per la mente andare alla scoperta delle meraviglie del nostro territorio, anche per iniziare a pianificare i viaggi futuri: abbiamo chiesto allo staff de i Grandi Viaggi i suggerimenti per una vacanza in Sardegna tra le spiagge più affascinanti dell’isola.



Cala Brandinchi

C’è chi ha soprannominato Cala Brandinchi addirittura una piccola Tahiti: che il paragone sia azzardato o meno, quello che è certo è che questa spiaggia che impreziosisce la costa di San Teodoro è una delle più belle di tutto il litorale settentrionale sardo. Il mix di colori in cui ci si imbatte è unico, con il verde dei ginepri della macchia mediterranea che si sposa con il bianco candido della sabbia e il turchese delle acque del mare. Non è solo la stagione estiva il periodo migliore in cui si può visitare questa spiaggia: anzi, è addirittura consigliabile venire qui in primavera o in autunno, quando è decisamente poco affollata e offre proprio l’impressione di trovarsi in Polinesia.

Cala Fico a Carloforte

Sull’Isola di San Pietro resa famosa in tutta Italia da una fiction in onda su Mediaset con protagonista Gianni Morandi c’è la spiaggia Cala Fico, nei dintorni di Carloforte, immersa in una splendida oasi naturale protetta: basti pensare che la sola installazione umana presente è costituita da un punto di ristoro. La spiaggia si trova in una profonda insenatura che è protetta da rocce e scogli a strapiombo sul mare. Non c’è sabbia fine, visto che il fondo presenta ciottoli e pietre: ma è proprio questo suo aspetto selvaggio e quasi incontaminato a rendere Cala Fico tanto affascinante.

La spiaggia di S’Anea Scoada

In provincia di Oristano, invece, vale la pena di andare alla scoperta della spiaggia di S’Anea Scoada, sul litorale meridionale della Sardegna. Le bellezze naturali di questo litorale non rappresentano il solo motivo per cui è consigliabile visitare questa location: qui, infatti, si trova la sola colonia felina marina di tutto il nostro Paese. Questo vuol dire che si può prendere il sole circondati da gatti che giocano e si divertono sul litorale, composto da pietre levigate, sabbia bianca e frammenti di quarzo di piccole dimensioni di tanti colori diversi. Gli amanti degli sport acquatici possono giungere qui per dedicarsi al windsurf e al kitesurf, sia in estate che nel resto dell’anno.

La spiaggia di Sa Colonia

Spostandoci in provincia di Cagliari, invece, a breve distanza da Santa Margherita di Pula c’è la spiaggia di Sa Colonia, un vero gioiello del sud della Sardegna. Le acque del mare si caratterizzano per uno straordinario color verde smeraldo, mentre la sabbia è fine e chiara. La particolarità di Sa Colonia è che vi si può accedere solo a piedi, dopo aver superato una pineta, sul promontorio in cui sono ospitati i resti della città di Bithia, risalente addirittura ai tempi dei Fenici, ma anche una torre spagnola.

Le Dune di Porto Pino

Porto Pino è una località balneare piuttosto celebre in cui spiagge splendide si susseguono senza soluzione di continuità. Tra queste vale la pena di ricordare Le Dune, un tratto di litorale di poco meno di un chilometro: già dal nome dovrebbe essere facile intuire quale sia la caratteristica distintiva di questa location, con dune di sabbia bianca molto fine che danno vita a un paesaggio molto speciale. In estate si può accedere a questo lido senza limitazioni, mentre in inverno esso è fruibile unicamente al personale militare. Alle spalle della spiaggia ci sono una pineta di ginepri e un’area umida con vari stagni, a dimostrazione di come la natura selvaggia abbia ancora il comando di questo angolo di terra. Dalla cima delle dune, per altro, è possibile ammirare un panorama unico, con la vista che spazia dalla zona di Teulada fino al golfo.

Chia e la spiaggia di Su Giudeu

Nel novero delle località balneari più famose della Sardegna merita di essere inserita anche Chia, che accoglie la spiaggia di Su Giudeu: tra tutte quelle del sud Sardegna è la più grande. A pochi metri di distanza, per altro, è presente uno stagno dove è possibile imbattersi in vari esemplari di fenicottero rosa. Se si è protagonisti di un deja vu, non c’è niente di cui preoccuparsi: le dune naturali di sabbia dorata e morbida di questa spiaggia, infatti, sono state scelte come location di diversi spot pubblicitari, ma anche di vari film.

La Spiaggia della Pelosa

Concludiamo questo tour virtuale tra le meraviglie della Sardegna con una tappa nel territorio di Stintino per conoscere la Spiaggia della Pelosa, conosciuta anche al di fuori della regione: il merito è del colore della sabbia, bianca ma impreziosita da striature rosa. La Spiaggia della Pelosa si trova a breve distanza dall’isola dell’Asinara, e alle sue spalle è delimitata da una pineta mediterranea molto fitta, grazie a cui i bagnanti possono essere protetti dalle raffiche di vento – anche molto forti – che caratterizzano questa zona. Le acque limpide e azzurre del mare, invece, danno la sensazione di trovarsi ai Caraibi.

Villaggi turistici iGV in Sardegna

Dove soggiornare? Ovviamente in uno dei villaggi turistici in Sardegna proposti da i Grandi Viaggi. l’iGV Club Santaclara è una delle perle della Costa Smeralda: si trova esattamente di fronte all’isola di Spargi e alla Maddalena, in quel tratto settentrionale della costa sarda che attrae turisti da ogni angolo del mondo. L’iGV Club Santagiusta, invece, si affaccia sul mare della Costa Rei, a poco più di 50 chilometri da Cagliari e a una decina di chilometri da Castiadas.

Prenotando subito un soggiorno in una di queste due strutture si ha diritto a uno sconto di 300 euro a camera per i mesi di luglio e agosto per i soggiorni di 2 o più adulti. Nel caso in cui si sia costretti ad annullare la prenotazione, poi, la cancellazione è garantita e senza penale entro 21 giorni dalla data prevista per la partenza.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta