Il Primato Nazionale mensile in edicola

La figura del perito comunale non è molto conosciuta, ma vale la pena sapere cosa fa e di che cosa si occupa questo soggetto.



Il perito comunale è una figura professionale che è designato dal Comune al fine di prestare consulenza e di effettuare constatazioni in caso di controversie, spesso relative a difetti e danni di un bene immobile dato in locazione. La figura professionale in questione viene spesso incaricata direttamente dal locatore, o dal conduttore; se viene incaricata dall’ufficio di conciliazione, i costi sono a carico dello Stato. Negli altri casi, i costi invece sono a carico della parte che ha richiesto la consulenza.

Black Brain

Come abbiamo detto, si tratta di persone che vengono designate direttamente dal Municipio e che hanno lo scopo di dirimere delle controversie dando il loro parere professionale. Ad esempio possono constatare (o meno) la presenza e stima di un danno.

Non è affatto raro che il perito comunale sia chiamato a prestare la consulenza in caso di controversie fra conduttori e locatori, sulla base di contratti di locazione.

In genere la lista dei nomi dei periti si trovano sul sito del comune.

Ma che cosa fa un perito comunale di preciso? Quali sono i suoi compiti? Scopriamolo assieme.

Il Ruolo del geometra

Come ci viene spiegato dal Geometra Antonio Massari, il Geometra può avere mansioni di perito comunale per le funzioni tecniche ordinarie nei Comuni con popolazione fino a diecimila abitanti, esclusi i progetti di opere pubbliche d’importanza o che implichino la risoluzione di rilevanti problemi tecnici.

Il ruolo di un perito comunale

Il perito comunale viene chiamato molto spesso quando vi è una controversia che è relativa ad un immobile locato.

Lo stesso codice delle obbligazioni svizzero stabilisce che il ruolo del perito comunale serve per poter verificare se i difetti o danni all’interno dell’immobile (spesso lamentati dal conduttore stesso) sussistono davvero e di che entità siano. Il perito comunale quindi deve svolgere delle mere constatazioni tecniche, ovvero valutare se esiste un danno nel bene locato, accertando la situazione: può anche scattare fotografie a supporto della sua verifica e in genere redige un rapporto che viene poi inviato alle parti. Il perito comunale per svolgere questo lavoro deve effettuare ovviamente un sopralluogo, su base della richiesta di parte. Di norma, entrambe le parti sono convocate anche quando la richiesta di perizia proviene da una sola delle due.

Le constatazioni del perito comunale sono raccolte all’interno dell’intervento con eventuali fotografie  corredo. Il perito comunale non si occupa di risolvere le questioni condominiali ma si limita ad un lavoro di accertamento tecnico e quindi constata l’esistenza o meno del danno e la sua stima.

Infatti, come abbiamo detto, la figura professionale in questione viene spesso incaricata direttamente da una delle due parti in causa (tipicamente conduttore e locatore) o dal comune stesso.

Spesso in caso di controversie bisogna verificare se effettivamente, ad esempio, sussiste un danno all’interno dell’immobile e nel caso quale è la sua stima. In questo caso il perito comunale offre la sua consulenza e stima il danno, sempre che sia presente.

Il regolamento di ogni Cantone stabilisce poi nel dettaglio cosa rientri e cosa no nell’ambito del ruolo e dell’attività di un perito comunale, ad esempio spesso inventari, perizie di stima degli immobili non rientrano nel loro lavoro, come anche in generale ogni questione che non sia strettamente attinente al rapporto di locazione che dà origine alla questione.

La formazione che viene richiesta ad un perito comunale, è in genere quella di tecnico edile o titolo equivalente. Dopo di che, la nomina spesso avviene per concorso pubblico indetto dal comune che utilizza la consulenza del perito comunale stesso.

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta