In tema di sicurezza, la prevenzione dal rischio incendi è un requisito fondamentale per tutte le attività che, ai sensi del D.P.R. 151/2011, sono soggette al controllo da parte dei Vigili del fuoco.



Al variare delle attrezzature presenti, del numero degli occupanti, delle metrature e dei materiali adoperati o stoccati, le attività sono chiamate a porre in essere quanto necessario per la riduzione dei rischi, nonché per assicurare una protezione adeguata agli ambienti e alle persone.

Sicurezza antincendio: le soluzioni per minimizzare i rischi

Allo stato attuale, le aziende possono dotarsi di numerosi dispositivi per mettersi in regola e proteggersi dal rischio incendio, ma ciò che non deve mai mancare è la progettazione di un impianto di sicurezza a norma. In questo caso, però, è fondamentale non affidarsi a società improvvisate o sulla cui competenza si nutrono dubbi, poiché, in tema di prevenzione, anche la più piccola inefficienza può causare danni incommensurabili. Per questo, è bene affidarsi sempre a realtà dalla comprovata esperienza in manutenzione e progettazione impianti antincendio, le sole a poter aiutare le aziende a ottemperare a tutti gli obblighi di prevenzione antincendio previsti dalla legge.

Una delle realtà oggi più efficienti in tema di sicurezza dal rischio incendio è Sicurnet Liguria, azienda attiva in Liguria e nel Nord Italia che assicura la progettazione, l’installazione e la manutenzione costante di impianti antincendio, completamente realizzati a norma di legge.

A tutto ciò l’azienda affianca un’attività relativa alla gestione pratiche autorizzative, che comprende la consulenza per il rinnovo del cosiddetto Certificato Prevenzione Incendi – C.P.I. – o per la presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività Antincendio – S.C.I.A. antincendio -, passaggi burocratici alternativi che testimoniano di fatto il benestare dei Vigili del fuoco all’esercizio delle attività poiché riconoscono il rispetto della normativa.

Naturalmente la realizzazione di impianti di spegnimento automatico a norma è molto importante per le aziende, poiché fa sì che possano dotarsi di importanti presidi in grado di estinguere le fiamme sul nascere. Tra le soluzioni a disposizione si annoverano anche le reti idriche, che prevedono l’installazione di naspi e idranti comprensivi di relativa cassetta. Ma il massimo della protezione si raggiunge quando il sistema adottato prevede la presenza di impianti di rivelazione incendi e fumo (sistemi di segnalazione attiva, composti da rilevatori di fiamma, di fumo o di calore, capaci di captare qualsiasi principio di combustione, anche all’interno dei contesti industriali più complessi) associati a impianti di spegnimento automatico, che estinguono rapidamente le fiamme libere, mediante l’utilizzo di gas, schiuma o sistema water mist.

Estintori e porte tagliafuoco: tutti i presidi antincendio per essere a norma

Tra i presidi più importanti per rispettare la normativa nazionale vigente e tutelarsi da tutte le spiacevoli conseguenze derivanti dalla propagazione di qualsiasi principio di incendio, ci sono gli estintori. In commercio esistono estintori idriciestintori a polvere ed estintori ad anidride carbonica (CO2), ognuno dei quali progettato per assicurare il controllo del fuoco, al variare del materiale combustibile che l’ha determinato.

Va da sé che, anche in questo caso, è importante affidarsi a squadre di tecnici esperti, che possano assicurare il meglio in tema di sicurezza sia attraverso un’opportuna fase di scelta e installazione sia mediante la manutenzione periodica del parco estintori.

Naturalmente, qualsiasi sistema antincendio non può prescindere dall’inserimento di porte tagliafuoco: tali presidi, infatti, oltre a impedire il propagarsi delle fiamme, contribuiscono a isolare termicamente tutti gli ambenti interessati dall’incendio per un periodo sufficiente all’evacuazione o al sopraggiungere dei soccorsi.

Tuttavia, affinché ogni porta assolva perfettamente alla sua funzione, è bene assicurarsi che gli installatori seguano tutte le procedure previste per un corretto alloggiamento, che in genere comprende il sopralluogo preliminare, le eventuali operazioni di muratura e i successivi interventi di verifica e manutenzione.

Compartimentazione degli ambienti

Naturalmente, oltre a disporre dei necessari presidi antincendio, è essenziale che le strutture di grandi dimensioni siano protette dalla propagazione delle fiamme tramite un’opportuna compartimentazione degli ambienti.

Fondamentale, in questo senso, l’utilizzo di materiali ignifughi di estrema qualità che rispondano a quanto previsto dalla normativa in tema di stabilità, capacità di isolamento e resistenza al fuoco (REI).

Si inseriscono in questa categoria di soluzioni i muri tagliafiamma e le operazioni di sigillatura cavi e condotte di ventilazione, che proteggono gli impianti dagli incendi, offrendo un elevato grado di sicurezza anche agli occupanti.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta