visigalli 3Cremona, 21 gen – È ancora in gravi condizioni Emilio Visigalli, l’uomo colpito alla testa durante gli scontri di domenica a Cremona, anche se le ultime indiscrezioni parlano di qualche lievissimo miglioramento.

Mentre l’antifascismo militante si prepara a dare battaglia in suo nome, ribadendo che “le sedi dei fascisti si chiudono col fuoco”, attorno a Visigalli si stringe anche la sinistra moderata, Pd in testa. Ma chi è davvero quest’uomo che sta ricompattando tutto un ambiente storicamente diviso e litigioso?

Dai giornali scopriamo che ha 50 anni, fa l’operatore ecologico e abita a Maleo (Lodi). Alcuni siti di sinistra ricordano come sia stato “vicinissimo alle lotte nei quartieri piacentini della logistica, a Ikea e Tnt”. E anche in Questura è un volto noto. A causa delle sue battaglie nell’antagonismo di estrema sinistra? Sicuramente. Ma ci potrebbe essere di più.

Il nome di un certo Emilio Visigalli, infatti, è stato per qualche tempo familiare anche nell’ambiente diametralmente opposto, ovvero nella destra radicale. Fra gli skinhead, per essere precisi.

Un Visigalli era infatti il cantante dei Kontatto Estremo, band attiva dalla seconda metà degli anni ’90 e recentemente di nuovo riunitasi visigalli 2senza però il cantante originale. Nel periodo in questione, il gruppo produce un demo (“Sul muso”) e un Ep omonimo.

Nel primo lavoro, in particolare, spicca il brano “Kranio rasato”, che fra le altre cose recita: “Ordine, autorità, disciplina! Lucida la spranga, prepara la benzina!”.

Dopo i Kontatto Estremo, Visigalli diventerà il frontman dei Front toward enemy. Con questo gruppo parteciperà a diverse compilation di taglio decisamente politico, come il disco Justice, del 1996, pensato per raccogliere fondi per alcuni camerati in difficoltà, dove i Fte presentano un brano intitolato “White Power”. Lo stesso gruppo è presente anche nella compilazione White Death, prodotta dall’etichetta Nordland.

visigalliChe si tratti di un caso di omonimia? Non è dato saperlo, ma nel retro di “Sul Muso” (e del resto in diverse parti sul web) si indica come referente del gruppo tale Emilio Visigalli di Maleo. Peraltro l’immagine in questione è tratta dalla ristampa, datata 2005, del demo di dieci anni prima. Quindi ancora nel 2005, il referente dei Kontatto Estremo era Emilio Visigalli da Maleo.

Questo comune di 3.261 abitanti, in provincia di Lodi, ospita quindi due Emilio Visigalli, all’incirca della stessa età, entrambi attivisti politici in movimenti radicali, solo posizionati uno all’estrema destra e uno all’estrema sinistra? Sembra decisamente improbabile. Oppure dobbiamo pensare a un’improvvisa conversione?

Ovviamente, in tal caso, non ci sarebbe nulla di male, ma certo questo andrebbe a minare un po’ l’immagine del placido padre di famiglia che nel weekend va a dare una mano a dei ragazzotti idealisti e sinceri democratici, un bel giorno aggrediti dall’orda nera. Al Pd forse questo dovrebbero saperlo.

Giuliano Lebelli

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 − tre =