Ma lo avete letto il programma della Raggi sull’immigrazione?

Virginia Raggi al Parco del TufelloRoma, 8 giu – Sarà con buona probabilità il prossimo sindaco di Roma, dopo che al primo turno è stata votata da più di un terzo dei romani. Ma gli elettori di Virginia Raggi il suo programma l’hanno letto? La domanda suona retorica, visto che ci troviamo in un’epoca dove tutte le forze politiche si riempiono la bocca sostenendo che “bisogna decidere in base ai programmi”, quando in realtà tutti sanno benissimo che i programmi non se li fila nessuno. O quasi. Con buona probabilità dei programmi se ne sbatte chi vota Movimento 5 Stelle per mera protesta, perché “tutti gli altri politici rubano, proviamo questi altri”, tra cui una buona fetta di elettori provieniente da “destra”.

Ma se a questi elettori di “destra”, poco hanno toccato le dichiarazioni della Raggi sull’antifascismo come “valore assoluto”, la legalizzazione delle droghe leggere, la tolleranza su occupazioni e centri sociali, forse potrebbe interessare di più quanto portato avanti da “programma” dal Movimento 5 Stelle in materia di immigrazione. “Saranno incrementati gli sportelli antiviolenza, antiemarginazione e contro ogni tipo di discriminazione. Organizzeremo e promuoveremo iniziative per una Roma città accogliente e tollerante nei confronti di tutte le diversità”. E fin qui niente di incredibile, anche il linguaggio che farebbe apparire quelli di Sel come dei pericolosi xenofobi non è certo una novità per i pentastellati. “Distribuzione equa dei migranti su tutti i Municipi Romani e conseguente verifica puntuale degli obiettivi di integrazione”. Qui la situazione si fa un po’ diversa, visto che i centri di accoglienza per gli immigrati sono un tasto dolente della politica romana, sia per la sensibilità dei cittadini sia per il malaffare connesso come dimostra l’inchiesta “Mafia Capitale”.

Questa “distribuzione equa dei migranti” come avverrà? Verranno aperti nuovi centri di accoglienza in tutti i quartieri di Roma? E chi li gestirà? Le solite cooperative? I punti interrogativi sono molti, ma il dubbio che in una campagna per il ballottaggio dove l’avversario è Giachetti il tema non verrà sviscerato è forte. Se normalmenterispetto all’immigrazione le posizioni del Movimento 5 Stelle sull’immigrazione registrano una certa ambiguità, tra l’approccio quasi “reazionario” del fondatore Grillo e quello “progressista” dei quadri dirigenti e della base, questa volta la virata a sinistra appare evidente. C’è poi anche il tema, molto sentito a Roma, dei campi rom, rispetto ai quali il programma grillino recita: “superamento e chiusura graduale dei campi Rom in linea con la Strategia Nazionale ed europea e senza ulteriore aggravio per il bilancio comunale”. Per chi non lo sapesse, l’Europa bacchetta l’Italia perché ai rom non vengono assegnati degli alloggi popolari. Dunque in una Roma già in piena emergenza abitativa, tra chusura dei residence e fallimento della politica del “buono casa”, i 5 Stelle propongono di “dare casa ai rom”. Ma gli elettori di “destra” che votano la Raggi lo sanno? E’ lecito chiedersi poi come si possa realizzare il superamento dei campi rom senza “aggravio per il bilancio comunale”.


In ogni caso, se al ballottaggio vincessero i 5 Stelle, una cosa è sicura: ci sarà da divertirsi. E non tanto per le dichiarazioni surreali della Raggi sulla funivia tra Casalotti e Boccea, o per il suo approccio alla politica con i toni a metà tra Biancaneve e un’attrice di una telenovela sudamericana, o da protagonista di una fiction italiana stile “Gli Occhi del Cuore” (la satira impazza sui social), ma per vederla alla prova con un debito da 14 miliardi di euro, municipalizzate al collasso, strade sommerse di rifiuti e sbandati, emergenza immigrazione e campi rom, emergenza abitativa, trasporti e servizi inesistenti. Vedremo se lei (o chi deciderà per lei la Casaleggio Associati), sarà in grado di cambiare (o salvare) Roma. Il dubbio è forte, visto che per come è ridotta la Capitale, seervirebbe forse un sobrio approccio alla “Pol Pot”, piuttosto che i sospiri rigonfi di enfasi e speranza della “fatina” Raggi.

Davide Di Stefano

 

Print Friendly

70 Risponde a Ma lo avete letto il programma della Raggi sull’immigrazione?

  1. Paolo 8 giugno 2016 a 11:47

    Lo ripeto, per me questa qua dura “da Natale a Santo Stefano”…

    Rispondi
  2. Martino 8 giugno 2016 a 11:57

    Se votassi a Roma, in effetti per me sarebbe un bel dilemma. La Raggi e le sue idee mi piacciono quanto un dito in culo… ma la voglia di fare un dispetto al gran buffone che siede a Palazzo Chigi e alla sua cricca di cozze e cazzi è così forte, così forte…

    Rispondi
  3. Franco 8 giugno 2016 a 14:05

    Bel articolo, nato con il preciso intento di gettare fango sul M5s.

    Rispondi
    • Erman 9 giugno 2016 a 11:51

      Esatto! Questa non è un’analisi, ma una faziosissima interpretazione di colore ben definito, da parte di una testata giornalistica il cui unico intento è, appunto, quello di gettare fango. Cari “giornalai”, i programmi leggeteli veramente, e commentateli obiettivamente, se volete!

      Rispondi
      • Angelo 9 giugno 2016 a 12:51

        Caro Erman, guarda che il programma della Raggi è proprio questo, voi siete quelli che ancora credete nel paese del n” cucù “, auguri.

      • Alessandro 9 giugno 2016 a 12:56

        http://www.movimento5stelle.it/virginiaraggisindaco/singola6.html

        Cari Franco ed Erman…..questa è la parte delle politiche sociali del programma della Raggi. Riporta esattamente quanto sopra scritto da Di Stefano.
        Ma di cosa blaterate?

  4. Matteo Nevesti 8 giugno 2016 a 14:12

    si denota che l’articolo è vago e parla di sanzioni europee sul discorso rom, voltandolo su colpa della raggi…. ridicoli, gli brucia il culo, se entra a roma, vedi gli arresti come salgono e il pieno carceri come prolifera

    Rispondi
  5. Stefano 8 giugno 2016 a 14:27

    Premesso che sono leghista ,Io non posso votare perchè non vivo a Roma ma,se avessi potuto a questo punto l’avrei dato comunque alla Raggi, proprio per togliere Roma dalle mani del PD,e poi stiamo a vedere ,i ns. Amici Grillini non avranno più scuse e la storia ci dirà se la loro politica è quella giusta.

    Rispondi
  6. Giancarlo 8 giugno 2016 a 16:24

    Ma chi ve li scrive Iorio di Casapound questi articoli !?!?!?!

    Rispondi
  7. Andate a lavorare 8 giugno 2016 a 17:25

    Ma voi invece di sparare a zero come il 99% degli italiani avete qualcosa da proporre di risolutivo, avete mai preso iniziative, avete mai fatto qualcosa per il vostro paese ,riuscite a tirare fuori un idea dal vostro cilindro. Sempre a lamentarsi e a votare per i soliti ladri che conosciamo da anni e che hanno affossato e svenduto l’Italia. Agite invece di lamentarvi… pecore

    Rispondi
    • Schmeisser 8 giugno 2016 a 21:39

      Questi non sono da meno.Inutile menar il can per l’aia,non si fermerà l’immigrazione con delle sanzioni o altro,specialmente considerando i milioni che non si sono fatti registrare e sono scoparsi su tutto il territorio europeo(la Germania da sola ha perso traccia di 400000 persone).
      Si deve attuare una politica nazionale di tolleranza zero: nessun rifugio,campo,case o altro. Nessuna mancia giornaliera, niente 37 euro + 100 per bambino.
      Quelli già sul territorio vanno spostati sulle isole in maniera da essere controllati e infine rispediti indietro.
      Stop con le varie menate propagandistiche del siamo tutti uguali,la tolleranza di qui e la,etc.
      E vanno chiusi i confini tramite l’utilizzo della marina militare che ora serve come traghetto da Libia a Italia.
      Se i barconi tentano di entrare in acque nazionali si spara e si riportano fuori.Una,due,tre volte fin quando non capiscono che l’italia è off limit.
      Infine ai confini nord: la Svizzera ha già schierato i carri armati, facciamo fare il muro all’Austria e risparmiamo e sul fronte francese mettiamo noi i carri armati.
      Se necessario per difenderci,e i soldi e personale mancano, si può pensare a reintrodurre la leva obbligatoria.

      Rispondi
      • Francesco Rossi 21 dicembre 2016 a 18:55

        Questa mi piace, un po’ forte, ma la penso come te.

  8. giuseppe 8 giugno 2016 a 17:31

    Che articolo pieno di nozionette e vuoto di contenuti!!!

    Rispondi
    • Nessuno 12 giugno 2016 a 4:51

      Le citazioni dal programma sono letterali. Si vede che consideri il programma della Raggi pieno di nozionette e vuoto.

      Rispondi
  9. Sal Taurasco 8 giugno 2016 a 17:48

    Alcuni grillini si sono risentiti leggendo questa disanima. Io non voto MS5, nonostante provassi simpatia all’inizio, a costoro li rivolgerei alcune domande:
    a) Non è che l’idea di un movimento liquido , dove dentro sta tutto e il contrario di tutto, alla fine non porti che confusione, caos, e una linea politica a dir poco schizofrenica (per usare un eufemismo)?
    b) Sull’immigrazione, ad esempio siete sulla linea di Grillo e Casaleggio che vogliono mantenere lo ius sanguinis o con i deputati che vogliono spalancare le porte ai miserabili di ogni continente?
    c) La tanto decantata democrazia del web non si è rilevato che un fallimento totale, visto che a decidere epurazioni e candidati (in special modo telegenici) è la Casaleggio Associati, e che i votanti delle cosiddette primarie del web, che doveva rivoluzionare la politica, raggiungono a stento gli abitanti di un paesino della Valle d’Aosta!
    d) Come la mettiamo sul teatrino dei sindaci MS5, già di loro disastrosi, incappate in grane giudiziarie in cui si è salvato i fedeli a Casaleggio (vedasi Nogarin a Livorno)e si è cacciato gli sgraditi (Quarto, Pizzarotti a Parma) perché costoro avrebbero violate le regole del sedicente statuto MS5 (molto, ma molto arbitrario!)
    Io credo che voi siate cadute in un’illusione. Il MS5 è riuscito a incanalare la vostra (la nostra ) incazzattura ma al contempo l’ha normalizzato nel sistema e reso cabarettistico. Succederà che eliminerà gli slogan truculenti, si presenterà in modi perbenisti magari con giovincelli carini (come la Raggi) e si trasformerà in “opposizione costruttiva” ovvero il portavaselina del partito della nazione di Renzi, come un Verdini qualsiasi, è sarà ricompensato con un bel po’ di cadreghe!
    Spero di sbagliarmi, ma è già successo con la Lega vent’anni fa. Si nasce incendiari, si diventa pompieri molto facilmente per appoggiare i sederini nelle cadreghe. Saluti.

    Rispondi
    • LORE 21 giugno 2016 a 9:46

      FORSE SI STA FACENDO MOLTA CONFUSIONE, UN SINDACO DEVE GESTIRE L’IMMIGRAZIONE NON IMPEDIRE L’AFFLUSSO DEI MIGRANTI.
      QUESTO, OVVERO LA CHIUSURA DELLE FRONTIERE, NON E’ POLITICA CHE PUO’ DECIDERE UN SINDACO, AMMESSO CHE SIA QUESTO IL GIUSTO DESIDERIO DEGLI ITALIANI!!!!!!!

      Rispondi
  10. piergiovanni 8 giugno 2016 a 18:03

    Non bisogna che aspettare e se saranno fiori fioriranno(ho i miei dubbi) se Virginia Raggi sarà sindaco di Roma avrà delle belle gatte da pelare.Comunque auguri sinceri.

    Rispondi
  11. Anna Rita 8 giugno 2016 a 20:21

    Lasciamoli governare cosi’ vedremo se potranno fare ancora come Pilato! Auguri Roma!

    Rispondi
  12. axel 8 giugno 2016 a 20:51

    Non mi piacciono i 5 stelle ma, meglio la raggi di quel barbone di giachetti.

    Rispondi
  13. Pietro Frignani 8 giugno 2016 a 21:29

    Signor Di Stefano,ma lei il giornalista lo fa a tempo perso o per tirare a fine mese? io propongo per la seconda ipotesi.Invece di fare della comune polemica poco propositiva mi dica lei (tralasciando l’infelice uscita di polpot)cosa farebbe a Roma se lei fosse sindaco butti giù 10 punti credibili per lei e per quelli che lo leggono,Buona serata.

    Rispondi
    • Emanuele 10 giugno 2016 a 3:45

      Aaaappietro!!! I giornalisti scrivono le cronache sui giornali, le proposte le devono fare i politici. Di Stefano ha scritto la semplice realtà dei fatti. La Raggi non è altro che una ex elettrice del PD che ha fatto la tirocinante per lo studio Previti. Il M5S è pieno di soggetti di questo tipo, misti a fuoriusciti e delusi di tutte le parti politiche, è un movimento che comprende tutto, quindi non esprime nulla…di coerente. Vai al commento di Alessandro e cliccati il link, così leggi il programma della fatina Raggi e ti chiarisci le idee. Ci risentiamo fra un po’ di tempo, vedremo cosa sarà capace di combinare in quel di Roma. Comunque è una bella topa, prendiamola con filosofia….

      Rispondi
  14. Pierino Fassiotti 8 giugno 2016 a 21:30

    Ma è proprio per questo che ha ricevuto più consensi degli altri candidati.
    – Elezioni Comunali –
    Prima delle elezioni, qualcuno diceva che chiunque avesse vinto, di qualsiasi colore politico, si sarebbe dovuto allineare ai dettami della mafia locale.
    Però si era dimenticato di dire, o non poteva supporre, che nelle urne avrebbero ricevuto più consensi proprio quei candidati che non hanno mai detto una parola sul problema dei Rom, sull’invasione dei clandestini e tanto meno sulla mafia che lucra su di loro.
    – La Voce Del Dissenso –

    Rispondi
  15. Fabio 8 giugno 2016 a 21:36

    Commenti ridicoli dei grillini impazziti, quelli per cui il moVimento è una sorta di nuova religione.
    1- Iorio non è di CasaPound
    2- Cosa ne sapete se chi scrive gli articoli non si impegna o propone? Non è un’argomentazione
    3- L’articolo parla di programmi e dal programma della Raggi si evince che sull’immigrazione la linea sarà equivalente a quella di Sel. Punto. Unico fatto degno di nota.
    4- Vorrei ricordare che a Parma e Livorno non avete cambiato nulla, anzi siamo ad indagini in corso (GOMBOLOTTO!)
    5- Tornate a leggere il fatto quotidiano e a guardare Gomorra, che né “primato” né “nazionale” sono parole che vi interessano.

    FATE GIRAREEEEEEEEE!

    Rispondi
    • Anonimo 9 giugno 2016 a 16:45

      A parma non è cambiato nulla? Una riduzione del 60% del debito ereditato me la chiama nulla? Davvero strano come punto di vista.

      Rispondi
      • Emanuele 10 giugno 2016 a 3:50

        Intanto è già partita una bella indagine per disastro colposo e questa è una notizia certa. Naturalmente lo vorranno boicottare, perchè è troppo bravo…

    • davide 21 giugno 2016 a 7:12

      fate girare si!…..ma mettici anche un po ‘di tabacco, se ti fa quest’effetto….

      Rispondi
  16. Gino 8 giugno 2016 a 21:39

    Intanto fuori Giachetti. Resta il problema per tutti i romani, perchè dal dire al fare c’è di mezzo il mare! Renzi metterà in campo tutte le forze per cercare di farla saltare! Cosa potrebbe succedere se le dovesse arrivare un avviso di garanzia? Auguriamoci che tutto l’entusiasmo che ha spinto tante persone a votare per i 5 stelle non si concretizzi, invece, in negatività per i romani!

    Rispondi
  17. nad 8 giugno 2016 a 22:35

    Non pensavo fossero in tanti a “far l’inchino” a mafia capitale…

    Rispondi
  18. fabio 8 giugno 2016 a 22:58

    A parte la poca differenza tra fatti ed opinioni espresse nell’articolo, ma niente di strano, considerando la mano che scrive, dovrebbe peró aggiornarsi su Parma, poichè la posizione di Pizzarotti è stata archiviata senza alcuna conseguenza per il sindaco. Quanto a Nogarin, senza entrate nell’automatismo dell’avviso come atto dovuto, il Tribunale ha recentemente accettato il Piano di Nogarin, e nei prossimi 60 gg procederà alla verifica dei dati della denuncia, verificando colpe e responsabilità. Quindi tocca aggiornarsi prima di scrivere. Quanto a Iorio, che non è di Casapound, avendo avuto al mio fianco come RDL uno dei suoi candidati, è stato il primo a dire che al ballottaggio non ha dubbi nell’appoggiare la Raggi anzi che la stessa Meloni, tacciata di essere una grandissima voltagabbana.

    Rispondi
    • Emanuele 10 giugno 2016 a 3:53

      Indagato per disastro colposo, notizia dell’altro ieri, speriamo che il giudice sia di Magistratura Democratica….

      Rispondi
  19. giancarlo buraggi 9 giugno 2016 a 1:35

    punto primo: NON RUBARE e questo è il punto di distinzione tra m5s e tutti gli altri e francamente per decidere a me basta questo !!!!

    Rispondi
    • Paolo 9 giugno 2016 a 23:11

      Infatti è proprio su chi ragiona come lei, che fanno leva.

      Rispondi
  20. alberto 9 giugno 2016 a 8:30

    sono tra quelli che il 19 andra’ al mare visto che alla prima tornata il governo ha deciso che dto che la mgor parte dei Romani usava il ponte per riposarsi il PD e i cinque stelle hanno potuto beneficiare della bassa affluenza. Abbiamo assistito a seggi gestiti da incompetenti o finti tali, abbiamo visto voti disgiunti tra PD e 5 stelle, senza nulla togliere all”On. Giaccheti sulla sua persona , ma purtroppo dovra’ attenersi alle linee del suo segretario. Ho assistito ad una parte del centro destra che ha pensato solo ad affermare la sua persona che quella di Governare Roma. Adesso mi siedo sulla riva del fiume e attendo…..

    Rispondi
  21. Alessandro 9 giugno 2016 a 10:00

    Noto che i pentastellati hanno preso il vizio dei renziani: hanno il risponditore automatico. Sempre con le stesse frasi, sempre con gli stessi tre concetti appena vengono criticati.

    Chiedete il programma per Roma? CasaPound lo aveva, completo e ben articolato.
    Il vostro invece è un programma di una parola sola: onestà.
    Benissimo, l’onestà è essenziale, ma la competenza, la professionalità, la conoscenza dei meccanismi burocratici sono altrettanto essenziali per governare una città. Essere onesti è come avere la pentola perfetta per preparare un piatto, ma se poi non hai gli altri ingredienti rimani a dieta.
    E quando la Raggi si troverà a dover nominare assessori, presidenti di commissione, dirigenti comunali di primo livello e amministratori delle partecipate ne vedremo delle belle. Che farà? Come Nogarin che chiese ai livornesi di spedirgli i curriculum per nominare gli assessori e formò la giunta dopo due mesi?

    Io spero proprio che la Raggi vinca. Lo spero di cuore. Però poi quando avrà dimostrato tutta la sua insipienza e incapacità non tirate fuori la solita frase fata “ha avuto tutti contro perché lei era onesta”, perché la verità è già sotto gli occhi di tutti: sarà onesta ma è anche incompetente.

    Rispondi
    • Paolo 9 giugno 2016 a 23:16

      Direi che l’ incompetenza è il Comune Denominatore che accomuna i Candidati del M5S, ed i loro elettori.

      Cmq, come dice lei, lasciamoli divertire. Prima o poi, si arriverà a toccare il fondo, no?

      Rispondi
  22. gennaro scarano 9 giugno 2016 a 11:22

    Lasciatela lavorare in tranquillità,con l’aiuto di Dio la nostra bella ROMA tornerà allo splendore di una volta

    Rispondi
    • Paolo 9 giugno 2016 a 23:07

      Ma Dio, dovrà lasciar perdere moltissime altre cose e concentrarsi ben bene sull’ aiuto che dovrà darle…

      Rispondi
  23. Pino 9 giugno 2016 a 11:28

    certo che scrivere articoli del genere senza sapere minimamente le idee e i programmi dei 5 stelle, o peggio ancora sapendole e distorcendole, meriterebbe davvero di essere governati da marino e company a vita…parlare di pol pot nel 2016 a roma è veramente da limitato cerebrale… i cittadini con le idee di destra che votano il m5s, quale io mi ripeto, certamente hanno letto il programma di Virginia Raggi, che per dirla a parole del Libanese “in petto a te è un gigante” forse dovrebbe leggerlo un pò anche lei e cercare di capirlo se possibile….

    Rispondi
    • Emanuele 10 giugno 2016 a 4:00

      Di sicuro è impossibile capire quello che hai scritto te, poi, se ti riferisci al “Libanese”, abbiamo già capito da quali basi culturali arriva la tua retorica da fiction televisiva. Grazie per averci rappresentato così bene, se ce ne fosse stato ancora bisogno, l’elettorato cinque stelle.

      Rispondi
  24. Mike 9 giugno 2016 a 11:31

    Caro Alessandro, un asino al potere non saprebbe ridurre Roma e l’Italia peggio di quanto non hanno fatto… e continuano a fare i politici di sempre, quelli che tanto piacciono a noi cari italiani di medio/bassa intelligenza: destra, sinistra… su, giù, centro!!!

    Rispondi
    • Alessandro 9 giugno 2016 a 12:25

      E infatti vediamo gli onestissimi pentastellati cosa sapranno fare.
      Auguro loro di vincere, almeno dimostreranno di essere in grado di governare.
      Ma se non lo faranno evitino di parlare di “complotti” e di “sabotaggi”….avranno la maggioranza assoluta in Campidoglio quindi potranno gestire il potere senza alleanze scomode e senza compromessi.
      Pertanto non ci saranno scuse, nel bene e nel male.

      Dimenticavo….evitino anche la classica frase fatta “ci siamo ritrovati con una situazione pregressa peggiore di quello che pensavamo”….lo sanno tutti che l’accoppiata Alemanno-Marino ha lasciato solo macerie, quindi se non se la sentivano se ne potevano restare a casa.

      Rispondi
  25. Anonimo 9 giugno 2016 a 11:42

    chi ha scritto questo articolo e’ zero assoluto il fango in faccia te l’ho sei buttato da solo

    Rispondi
    • Alessandro 9 giugno 2016 a 12:20

      Invece a te il fango deve essere finito sul libro di grammatica….

      Rispondi
  26. Anna 9 giugno 2016 a 15:03

    Pol Pot di sobrio non ha proprio niente.

    Rispondi
    • Paolo 9 giugno 2016 a 23:09

      Non si preoccupi, in vece sua manderanno suo fratello Melting.

      Rispondi
  27. ANDREA 9 giugno 2016 a 16:45

    Invece come ha gestito il PD l’immigrazione a Roma già lo sappiamo….PIDDIOTI

    Rispondi
  28. Cris 10 giugno 2016 a 8:15

    L’ignoranza andrà di moda. …lo sapete perché dobbiamo accogliere? Esiste al mondo il trattato per i diritti dell’uomo. .. http://www.imperiapost.it/140625/imperia-a-dolcedo-il-primo-caso-di-autocertificazione-di-legale-rappresentanza-ora-sono-una-persona-umanaecco-di-cosa-si-tratta leggete e poi parlate.

    Rispondi
  29. Alessandro 10 giugno 2016 a 9:34

    Che naturalmente vale solo per l’Italia.
    Che naturalmente si farà invadere da orde di disperati senza arte né parte.
    Che naturalmente scappano da stati in guerra, nei quali l’ultima guerra combattuta è terminata come minimo quaranta anni fa.
    Che naturalmente verranno campati ad una media di 35-40 euro al giorno.

    Ma con una sola firma cambiamo lo status giuridico. Lo status giuridico non lo so, quello di fatto è cambiato da un pezzo: siamo tutti diventati coglioni e ci prendono per il culo in tutto il mondo.

    Rispondi
  30. grecory 10 giugno 2016 a 12:13

    Giachetti non è altro che il proseguimento di Marino, Rutelli e Veltroni. guardatevi su youtube il vdeo di Giachetti che sostiene che per fare il sindaco ci vogliono le capacità e lui dichiara di non averle e poi ha giurato che non si sarebbe mai canditato a sindaco.

    Rispondi
  31. grecory 10 giugno 2016 a 12:36

    Rispondi
  32. Doriano 11 giugno 2016 a 7:59

    ● Superamento e chiusura graduale dei campi Rom in linea con la Strategia Nazionale ed europea e senza ulteriore aggravio per il bilancio comunale; ● Lotta ai roghi tossici, con sorveglianza e monitoraggio della filiera illecita;
    Questo dice il programma non dice che gli da una casa. Articolo falso e renziano leopoldiano. A casa col #iovotoNo a ottobre. Dory

    Rispondi
    • Alessandro 11 giugno 2016 a 20:40

      Peccato che la Strategia nazionale ed europea preveda di dare case ai rom.
      Peccato, ci hai provato. Ritenta, sarai più fortunato.

      Rispondi
  33. Salvatore Spagnolo 11 giugno 2016 a 17:57

    ahahh mi fate ridere..per screditare una politica giusta fate di tutto…soprattutto quando si tratta del M5S…io dico la mia: se si tagliano tutti i politici lo stipendio, e non di metà ma di un terzo…tanto per guadagnare quanto guadagna un cittadino che si spacca il culo veramente, allora non sarà un problema risolvere tutti i problemi dell’italia. Ma questo può avvenire solo se sale il m5s…provare?si…sempre meglio dei soliti ladri, aria fresca..e finalmente capirete se sono dei ladri anche loro.

    Rispondi
    • Emanuele 12 giugno 2016 a 3:29

      Ti basta poco per ridere. Proprio perché l’Italia è stata governata fino ad ora da ladri è giusto avanzare dubbi. Comunque sono daccordo con te: vedremo cosa succederà, se davvero da questo programma vago e privo di basi attuative scaturirà qualcosa di concreto. Innegabile che le esternazioni della Raggi non ricordino altro che le istanze di SEL, perciò ribadisco il mio “si salvi chi può!” A me, per il momento, viene solo da piangere…

      Rispondi
  34. Aldo Fanelli 12 giugno 2016 a 14:17

    m5s non è un partito che raccimola e compra voti, è un MOVIMENTO.

    non dimenticatelo.

    La Raggi dietro ha centinaia di migliaia di romani che la sostengono, e quindi durerà… e le cose le farà.

    Rispondi
  35. dario 13 giugno 2016 a 2:44

    La differenza di tutto è che se i cinque stelle non faranno quello che dicono 2 mandati e vanno via ma gli altri sono da ventenni a rubare, non siate ipocriti, pensate al futuro delle nostre vite e non al potere e allo spreco

    Rispondi
    • Alessandro 14 giugno 2016 a 11:07

      Sbaglio o sono le stesse cose che diceva il “rottamatore” Matteo Renzi?

      Rispondi
  36. antonio 1945 15 giugno 2016 a 15:52

    Bell’articolo, fatene 4 o 5 al giorno così convincerete
    anche un altro 20/30% di Romani a votare il M5S.
    TKS d.d.s.

    Rispondi
  37. Az 15 giugno 2016 a 20:15

    Ma questo giornaletto spara minchiate quando l’avete fondato

    Rispondi
    • Alessandro 16 giugno 2016 a 9:02

      Saranno minchiate ma intanto è pieno di grillini che si incazzano per la verità…..
      Brutta storia trovarsi davanti ad una realtà amara. Vero?

      Rispondi
  38. LUCIANOSALVATORI 20 giugno 2016 a 18:15

    tutto giusto e tutto criticabile , se chi ci governera, riuscira a migliorare cio che stiamo subendo da troppi anni, sara sicuramente sostenuto e rieletto altrimenti per i cambiamenti , il voto sara’ il premio o l’alternanza , importante e’ la presa di auto riflessione del votante , a forza di essere fottuto si cresce nel giudicare serenamente chi governa. Se er foco brucia stamo alla larga..!!!

    Rispondi
  39. Anonimo 21 giugno 2016 a 3:00

    Il tempo di passare l’ubriacatura, e dopo vedremo quello che non ci aspettiamo?

    Rispondi
  40. Anonimo 21 giugno 2016 a 8:10

    forse le mie idee non piaceranno a molti , ma i nostri avi ( prima del,industria ) lavoravano la terra . ed è da li che i signori rom dovrebbero incominciare invece di andare in giro per la città………….a……….

    Rispondi
  41. carmela 21 giugno 2016 a 14:11

    Ci sarà da ridere? Beh meglio, dato che fin’ora quelli che hanno governato Roma l’hanno ridotta in condizioni disastrate e, cito testualmente, con un debito da 14 miliardi di euro, municipalizzate al collasso, strade sommerse di rifiuti e sbandati, emergenza immigrazione e campi rom, emergenza abitativa, trasporti e servizi inesistenti. ma di cosa stiamo parlando?

    Rispondi
  42. Willy 21 giugno 2016 a 22:52

    Quest’articolo è pura merda.

    Rispondi
  43. Io. 22 giugno 2016 a 12:59

    Ritengo che tutto il fango usato per scrivere questo pseudo articolo, è puro spreco. Con un più ben minimo quantitativo, si poteva benissimo costruire un intero villaggio di Takienta. :/

    Rispondi
  44. ARDENTE 23 luglio 2016 a 13:37

    A Parma è cambiato molto, moltissimo.

    E cioè è scatuturita la vera capacità dei 5STALLE e cioè competenza amministrativa nulla sostenuta da insulti, calunnie e denigrazioni per gli avversari.

    Che tristezza vedere Roma in queste mani !

    Ne vedranno delle belle i romani !

    Rispondi
  45. Arturo 1 agosto 2016 a 12:41

    Sempre meglio sperimentare il nuovo che appoggiare chi sappiamo già aver mal governato in passato.

    La fiducia al Movimento merita di essere data !

    Buon lavoro e auguri nello sconfiggere i franchi tiratori e i sabotatori.

    Viva l’Italia e gli Italiani ONESTI

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.